CASTELLO DI BRIANZA (LC) – Il campione italiano degli Elite Davide Orrico è il vincitore del 12° Memorial Angelo Fumagalli e impreziosisce il già prestigioso albo d’oro della classica di Castello di Brianza (Lecco). Al termine di una vera e propria gara ad eliminazione il portacolori del Team Colpack ha preceduto lo svizzero Enea Cambianica ed il compagno di squadra Fausto Masnada, quarto l’altro alfiere di casa Colpack Filippo Zaccanti, che aveva provato l’azione da finisseur nell’ultimo chilometro.

Il podio finale con la famiglia Fumagalli

Il podio finale con la famiglia Fumagalli (foto Soncini)

Alla manifestazione nazionale per Elite e Under 23 voluta dalla famiglia Fumagalli e organizzata dalla Pol. Castello Brianza si presentano 140 concorrenti, un po’ il meglio che la categoria può offrire a livello nazionale. Presenti anche il neo campione italiano degli Under 23 Simone Consonni e a quello degli Elite Davide Orrico del Team Colpack, insieme al fresco tricolore della Madison Giulio Branchini del Team Palazzago, tutti e tre premiati dagli organizzatori prima del via. Spettatore interessato al seguito della gara anche il CT della Nazionale italiana Under 23 Marino Amadori.

Premiati i campioni italiani al via della corsa

Premiati i campioni italiani al via della corsa (foto Soncini)

In programma ci sono 5 passaggi al Gpm di Brianzola (15%), quindi il Gpm di Colle Brianza a quota 538 metri e ancora il Gpm di Brianzola a soli 2 chilometri dall’arrivo. In totale sono 142 i chilometri da percorrere.

Dopo qualche timido tentativo iniziale, alla fine del primo giro si forma la fuga che terrà banco per buona parte della giornata. Ad evadere sono 16 corridori: Davide Orrico, Filippo Zaccanti e Fausto Masnada (Team Colpack), Nicola Bagioli (Zalf-Fior), Giovanni Carboni e Marco Tecchio (Unieuro Wilier), Alfio Locatelli, Alberto Amici e Jacopo Mosca (Viris Maserati), Alessandro Fedeli e Alberto Marengo (General Store), Simone Guizzetti (Named Sport), Nicolò Corbetta ed Enea Cambianica (Equipe Exploit), Moreno Giampaolo (Beltrami TSA Argon 18) e Francesco Messieri (Team VVF). Il vantaggio dei battistrada sale subito oltre il minuto.

La corsa si frantuma in tanti gruppetti. Ad inseguire i sedici battistrada si forma un gruppetto di 10 corridori. A comporlo sono: Umberto Orsini ed Edward Ravasi (Team Colpack), Gianluca Minali (Zalf-Fior), Enrico Salvador (Unieuro Wilier), Leonardo Basso e Luca Gatto (Selle Italia Cieffe Ursus), Raffaello Bonusi (General Store), Leonardo Moggio (Cipollini Iseo), Eros Colobo (Named Sport) e Umberto Marengo (Overall).

A meno tre giri dalla conclusione escono in tre dal gruppetto inseguitore, sono Orsini, Salvador e Gatto che provano a riportarsi sugli uomini al comando. Al cartello di meno due giri dalla conclusione i 16 battistrada hanno 35” di vantaggio sui primi tre inseguitori, a 1’23” l’altro gruppetto e più indietro tutti gli altri suddivisi in diversi drappelli. Il percorso impegnativo e la giornata di gran caldo contribuiscono a fare la selezione e non restano in moti in competizione. I tre inseguitori riescono a riportarsi sui battistrada e diventano in 19 a condurre.

Il podio del Memorial Angelo Fumagalli

Il podio del Memorial Angelo Fumagalli (foto Soncini)

Al suono della campana sono sempre in 19 a condurre, Edward Ravasi (Team Colpack) insegue solitario a soli 27 secondi; a 3’41” c’è Eros Colombo (Named Sport); mentre ciò che è rimasto del gruppo è ormai scivolato a 5’33”.

All’inizio dell’ultimo giro perde contatto Carboni. Mentre attaccano al comando quattro corridori. Sono i tre bergamaschi Zaccanti (Colpack), Locatelli (Viris Maserati), Guizzetti (Named Sport) e lo svizzero Cambianica (Equipe Exploit). Restano in sette ad inseguire: Orrico, Masnada, Salvador, Fedeli, Corbetta, Messieri e Mosca e su quest’ultimi riesce in seconda battuta a riportarsi anche Orsini.

I quattro imboccato la penultima salita di Brianzola con 44″. Zaccanti detta il ritmo, ma è Cambianica a scollinare per primo. Sul Colle Brianza invece scollina davanti Alfio Locatelli. Colpo di scena in discesa: cadono Locatelli e Cambianica, restano davanti Zaccanti e Guizzetti e al loro inseguimento Orrico e Masnada della Colpack. all’ultimo assalto alla Brianzola guidano in cinque: Zaccanti, Masnada, Orrico, Cambianica e Guizzetti, poi quest’ultimo perde contatto. Zaccanti scollina per primo. La Colpack sfrutta la superiorità numerica: prima attacca Masnada, poi in modo ancora più deciso Zaccanto, ma Cambianica è bravo a chiudere in entrambe le occasioni. In vista del traguardo, allora, prende in mano la situazione il tricolore Orrico che va a vincere di forza.

Alberto Amici vince la classifica finale Gpm, mentre Jacopo Mosca vince la classifica finale del traguardi volanti, entrambi portacolori della Viris. Filippo Zaccanti (Colpack) è il migliore degli Under 23.

Il vincitore Davide Orrico ha detto raggiante: “Con questa vittoria concludo una settimana da sogno. Dopo tanto lavoro mi sono goduto questa inattesa vittoria al Campionato Italiano. Oggi sono partito tranquillo e con l’aiuto di una squadra davvero fantastica abbiamo fatto ancora una grande corsa. Mi dispiace perché avrei voluto vedere vincere qualcuno dei miei compagni, ma nel finale le cose non si sono messe nelle condizioni ideali per loro e alla fine quando Cambianica ha risposto all’attacco di Zaccanti, sono entrato in azione io. Sono felice è un momento felice della mia vita”.

La vittoria di Davide Orrico a Castello di Brianza

La vittoria di Davide Orrico a Castello di Brianza (foto Soncini)

Giuseppe Pirovano, presidente della Pol. Castello di Brianza ha dichiarato: “Grande soddisfazione per questa dodicesima edizione. Una gara che si è dimostrata all’altezza delle aspettative con la presenza dei due neo campioni italiani e la vittoria di Orrico. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato durante questa edizione e alla famiglia Fumagalli che contribuisce in maniera determinante per la buona riuscita dell’evento che ricorda la figura di Angelo Fumagalli, un imprenditore di successo e cittadino di Castello di Brianza che era un grande sportivo ed un vero appassionato di ciclismo”.

ORDINE D’ARRIVO:
Iscritti: 144, Partiti: 140, Arrivati: 17.

  1. Davide Orrico (Team Colpack) km 142 in 3h29’01” media 40,762 km/h
  2. Enea Cambianica (Equipe Exploit) a 2”
  3. Fausto Masnada (Team Colpack) a 3”
  4. Filippo Zaccanti (Team Colpack) a 11”
  5. Simone Guizzetti (Nemed Sport – Kemo) a 29”
  6. Jacopo Mosca (Viris Maserati Sisal Matchpoint) a 1’35”
  7. Alfio Locatelli (Viris Maserati Sisal Matchpoint)
  8. Alessandro Fedeli (General Store bottoli Zardini) a 1’59”
  9. Enrico Salvador (Unieuro Wilier Trevigiani) a 2’10”
  10. Francesco Messieri (Team VVF)

(Servizio a cura di Giorgio Torre)