L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

CORDOBA (SPAGNA) – Parla italiano la decima edizione della Andalucia Bike Race. A imporsi nella classifica generale sono stati Fabian Rabensteiner (Team Trek – Pirelli) ed Eva Lechner (Trinx Factory Team).

Entrambi i biker sono riusciti a difendere la loro leadership nell’ultima frazione di 58 km, forse la più facile delle sei in programma. In ogni caso, l’impresa di conservare il primato non era scontata, soprattutto per la bolzanina del Trinx Factory Team, che nella penultima frazione aveva perso sette minuti nei confronti della sua principale avversaria, l’estone Janika Loiv.

LA GARA MASCHILE – Come ha dimostrato durante la settimana, Rabensteiner ha dimostrato la sua solidità e il suo ottimo stato forma. Feeling con i sentieri andalusi confermato nella frazione di Cordoba, dove il portacolori della Trek-Pirelli si è limitato a gestire la situazione, battezzando la ruota di Leandre Bouchard (Pivot Cycles) e chiudendo in seconda posizione. Il podio nella General Men’s Elite è stato completato dal tedesco Ben Zwiehoff (Team Centurion – Vaude), secondo, e dallo stesso Bouchard. L’ultima frazione è costata invece cara a Francesco Failli (ADS Cicli Taddei), scivolato in quarta posizione nella generale nonostante le due tappe vinte.

“Oggi è stata una bella giornata”, ha detto Fabian Rabensteiner dopo aver tagliato il traguardo. “Ho controllato i miei avversari durante la tappa e, quando siamo arrivati in due sul rettilineo finale, non ho avuto la cattiveria per giocarmi anche la vittoria di tappa. Sono comunque molto soddisfatto di come è andata questa corsa; le sensazioni sono eccellenti e il team ha funzionato alla perfezione. Questo mi dà fiducia in vista della Cape Epic”.

LA GARA FEMMINILE – Un po’ più guardinga la prova di Eva Lechner che, avendo un margine di vantaggio di 3’ su Janika Loiv, si è preoccupata di marcare l’estone. A sfruttare la situazione è stata Mariske Strauss, che è scappata già al 20 km andandosi a prendere la tappa con quasi cinque minuti sulla solita Katazina Sosna (Torpado – Sudtirol MTB-PRO Team) e proprio su Eva Lechner, che nel finale si è sbarazzata della diretta concorrente.

CLASSIFICA DI TAPPA MASCHILE:

1- Leandre Bouchard (Pivot Cycles – OTE) 02:15:43
2- Fabian Rabensteiner (Team Trek – Pirelli) 02:15:50
3- Iván Díaz (Cultbikes – Specialized) 02:16:54

CLASSIFICA GENERALE MASCHILE:

1- Fabian Rabensteiner (Team Trek – Pirelli) 15:08:42
2- Ben Zwiehoff (Team Centurion – Vaude) 15:12:41
3- Leandre Bouchard (Pivot Cycles – OTE) 15:14:33

CLASSIFICA DI TAPPA FEMMINILE:

1. Mariske Strauss (CST Postnl Bafang MTB Razing Team) 02:40:30
2. Katazina Sosna (Torpado – Sudtirol MTB-PRO Team) 02:45:16
3. Eva Lechner (Trinx Factory Team) 02:45:36

CLASSIFICA GENERALE FEMMINILE:

1. Eva Lechner (Trinx Factory Team) 18:34:40
2. Janika Loiv (National Team Estonia) 18:38:30
3. Mariske Strauss (CST Postnl Bafang MTB Razing Team) 18:40:42

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)