L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

PARIGI (FRANCIA) – Julian Alaphilippe è il secondo francese nella storia (e il primo in 24 anni) a conquistare il Velo d’Or Mondial, il premio istituito da Velo Magazine: per la Deceuninck – Quick-Step si tratta del terzo successo in assoluto dopo quelli colti da Tom Boonen (2005) e Paolo Bettini (2006).

Nel 2019 Alaphilippe ha vinto 12 gare: le Strade Bianche, la Milano-Sanremo e la Freccia Vallone in primavera, due tappe del 106° Tour de France, ma forse la sua più grande impresa dell’anno è stata quella di indossare la maglia gialla per ben due settimane, catturando i cuori dell’intera nazione francese che si è esaltata con lui proprio nell’anno in cui il simbolo della Grande Boucle compie 100 anni.

Nonostante abbia posto fine alla sua stagione dopo i Mondiali, Julian è rimasto al centro dell’attenzione: un paio di settimane fa è stato nominato International Flandrien of the Year – primo francese a ricevere questo premio – ed ora aggiunge il Velo d’Or francese che quello mondiale, premiato da un gran numero di voti ottenuti dai giornalisti internazionali.

“Sono molto contento di vedere premiata la mia incredibile stagione: ricevere il Velo d ‘Or è un modo bellissimo di concludere questo fantastico anno. Voglio ringraziare coloro che hanno votato per me e hanno deciso di consegnarmi questo premio, è un grande onore. È stata una stagione indimenticabile, con molti bei momenti, dalla vittoria del mio primo monumento a marzo all’indossare la maglia gialla per 14 giornim ma niente sarebbe stato possibile senza la mia straordinaria squadra, il Wolfpack”.

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)