L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

LA BRESSE (FRANCIA) – Nino Schurter torna a vincere una gara di Coppa del Mondo XCO, lo ha fatto ieri a La Bresse legittimando il suo successo finale in classifica dopo che già l’aveva ottenuto matematicamente dopo la prova di Mont Sainte Anne. Un segnale forte lanciato anche a tutti i suoi avversari a sole due settimane dal Mondiale, dove lo svizzero sarà chiamato a riconfermare la sua maglia iridata. 

Favorito anche da alcuni problemi meccanici che hanno reso più complicata la rincorsa dei suoi avversari, Schurter ha dominato fin dall’inizio la gara. Secondo posto per il sempre più convincente azzurro Gerhard Kerschbaumer, frenato da due salti di catena sempre quando si trovava ad aver agganciato l’elevetico. Una foratura invece ha negato il podio all’olandese Mathieu Van der Poel, che alterna prestazioni di livello tra strada e MTB con una facilità impressionante, e alla fine quarto. Terzo posto per il francese Maxime Marotte

Nella categoria Donne Elite i giochi erano ancora aperti e a La Bresse Jolanda Neff ha messo a segno un doppio colpo. Vinte la gara e anche la classifica finale di Coppa. Le uniche capaci di insidiare l’iridata sono state Annika Langvad, Emily Batty e Pauline Ferrand Prevot.

Problemi meccanici hanno penalizzato parecchio la Langvad, ma c’è da dire che anche la Neff ha dovuto fare i conti con una foratura. Tutto sembrava giocare a favore della canadese Batty, ma alla fine recuperano la testa la Neff e la Langvad con la danese di nuovo alle prese con problemi meccanici. Prima Neff, secondo a 5 secondi Betty e terza la Langvad. Grazie a questo successo la Neff si è assicurata anche la Coppa, con 187 punti di vantaggio sulla Langvad. A seguire Batty e Keller.

Nelle gare Under 23 vittorie per la svizzera Sina Frei e per il norvegese Petter Fagerhaug. Nella prova femminile positiva la prestazione di Marika Tovo, quarta nonostante una caduta e quarta anche nella classifica finale di Coppa. Va detto che l’italiana è al primo anno nella categoria. Nono posto per Chiara Teocchi.

DONNE UNDER 23

1. Sina Frei (Svi) in 1h22’34”; 2. Evie Richards (Gbr) +33”; 3. Ronja Eibl (Ger) + 1’37”; 4. Marika tovo (Ita) + 3’02”; 5. Haley Batten (Usa) + 3’53”; 6. Malen Degn (Dan) + 4’27”; 7. Rocio Del Alba Garcia Martinez (Spa) + 4’54”; 8. Lucie Urruty (Fra) + 5’22”; 9. Chiara teocchi (Ita) + 5’32”; 10. Nicole Koller (Svi) + 5’35”; 16. Giorgia Marchet (Ita) + 7’26”; 18. Martina berta (Ita) + 7’54”; 23. Greta Seiwald (Ita) + 10’05”

STANDING

1. Frei 610; 2. Degn 435; 3. Richards 410; 4. Tovo 267, 5. Urruty 183, 6. Koller 181; 7. Teocchi 172

UOMINI UNDER 23

1. Petter Fagerhaug (Nor) in 1h23’22”; 2. Joffre Cullell Estape (Spa) +14; 3. Simon Andreassen (Dan) +33”; 4. Joshua Dubau (Fra) +33”; 5. Tobias Johannessen (Nor) + 56”; 6. Martin Emil Siggerud (Nor) + 1’06”; 7. Antoine Philipp (Fra) + 1’22”; 8. Thomas Bonnet (fra) + 1’31”; 9- nello Perrin Ganier (Fra) a 1’39”; 10. Milan Vader (Ola) a 2’03”; 32. Alessandro Saravalle (Ita) + 5’55”; 36. Alessandro Naspi (Ita) +6’41”; 57. Francesco Bonetto (ita) + 9’29”; 69. Juri zanotti (Ita) +10’59”; 83. Edoardo Xillo (Ita) +13’14”

STANDING

1. Petter Fagerhaug (Nor) 390; 2. Joshua Dubau (Fra) 360; 3. Filippo Colombo (Svi) 280; 29. Alessandro Naspi (Ita) 30.

DONNE ELITE

1. Jolanda Neff (Svi) in 1h33’03”; 2. Emily Batty (Can) +05”; 3. Annika Langvad (Dan) + 27”; 4. Pauline Ferrand Prevot (Fra) +33”; 5. Alessandra keller (Svi) +1’27”; 6. Anne Tauber (Ola) +1’58”; 7. Kate Courtney (Usa) +2’53”; 8. Githa michiels (bel9 + 3’11”; 9. Maja Wlosczowska (Pol) + 3’33”; 10. Tanja Zakelj (Slo) + 3’51”, 26. Serena Calvetti (Ita) + 7’50”,.

STANDING

1. Jolanda Neff (Svi) 1930; 2. Annika Langvad (Dan) 1743; 3. Emily Batty (Can) 1305; 25. Eva Lechner (Ita) 390

UOMINI ELITE

1. Nino Schurter (Svi, Scott Sram Mtb Racing) in 1h26’25”; 2. Gerhard Kerkschbaumer (Ita, Torpado Gabogas) +12”; 3. Maxime Marotte (Fra) + 1’32”; 4. Mathieu Van der Poel (Ola) + 2’19”; 5. Victor Koretzky (fra) + 2’32”; 6. Mathias Flueckiger (Svi) +2’49”; 7. Anton Cooper (Nzl) +2’59”; 8. Florian Vogel (Svi) +3’09£; 9. Titouan Carod (Fra) + 3’24”; 10. Andri Frischknecht (Svi) + 3’34”; 12. Daniele Braidot (Ita, Cs Carabinieri-Cicli Olympia) + 3’56”; 29. Luca Braidot (Ita, Cs Carabinieri-Cicli Olympia) + 6’36”; 30. Gioele Bertolini (Ita team Focus selle Italia) + 6’59”; 38. Andrea Tiberi (Ita, Team Focus Selle italia) +7’51”; 45. Nadir Colledani (Ita, Bianchi Countervail) + 8’48”, 54. Nicholas Pettinà (Ita, Cs Carabinieri Cicli Olympia) +10’43”, 66. Mirko Tabacchi (Ita, Cs Carabinieri Cicli Olympia) a 1 giro

STANDING

1. Nino Schurter (Svi, Scott Sram Mtb Racing) 1861; 2. Mathieu Van der Poel (Ola) 1355; 3. Maxime Marotte (Fra) 1242; 5. Gerhard Kerkschbaumer (Ita, Torpado Gabogas) 1154; 20. Luca Braidot (Ita, Cs Carabinieri-Cicli Olympia) 583; 22. Marco Aurelio Fontana (Ita) 526; 25. Daniele Braidot (Ita) 462

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)