L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

VALLNORD (ANDORRA) – Ieri è stata una giornata storica per il fuoristrada italiano. Un nostro atleta non vinceva una gara di Coppa del Mondo XCO da 12 anni. Con la sua bella maglia tricolore, ieri a Vallnord, Gerhard Kerschbaumer ci ha riportato sul tetto del mondo come in passato era riuscito solo a Luca Bramati (due tappe nel 1996), Hubert Pallhuber (1998), Martino Fruet (2000) e Marco Bui (2006).

Già secondo il week end scorso in Val di Sole, l’altoatesino è stato l’unico in grado di battagliare con l’iridato Nino Schurter. Il campione d’Italia e lo svizzero si sono involati in una battaglia a due che li ha visti staccare la concorrenza di oltre un minuto già al quarto degli otto giri in programma ad Andorra. Questo il distacco che Mathieu Van Der Poel, terzo al traguardo, e compagnia hanno visto crescere costantemente sul secco e duro tracciato della località situata ad una quota di 1550 metri. Al sesto giro Kerschbaumer ha messo il turbo e staccato Schurter, una scena che non si vedeva da anni.

Nino Schurter e Gerhard Kerschbaumer in azione a Vallnord

Nino Schurter e Gerhard Kerschbaumer in azione a Vallnord

I pochi che sono riusciti a batterlo lo avevano fatto allo sprint o per pochissimi secondi. Da non credere al cronometro che mostrava prima un distacco di 11 secondi, poi di 19 e alla metà del settimo giro di ben 29 secondi. Al secondo intertempo dell’ottavo e ultimo giro il vantaggio era di ben 1 minuto. Al traguardo il portacolori della Torpado Gabogas ha preceduto Schurter addirittura di 1’13”. Avancini quarto e Sarrou quinto hanno completato il podio. Nella top ten di giornata un altro giovane azzurro: Luca Braidot, 6°.

«Settimana scorsa sono finito dietro Nino, oggi l’ho addirittura battuto, non ci credo. L’altitudine mi piace, mi sono allenato bene negli ultimi due mesi, ha funzionato. Ho fatto la differenza in salita, Nino è più veloce di me in discesa, ma la quota, il caldo e le lunghe salite mi hanno favorito. Mi sembra incredibile, sono felicissimo» ha commentato a caldo Gerhard ai microfoni di Red Bull TV, che ha trasmesso la gara in diretta (rivivila on demand su www.redbull.tv).

Il podio Elite maschile di Vallnord

Il podio Elite maschile di Vallnord

Nella gara XCO femminile l’ha spuntata l’eterna Gunn Rita Dahle Flesjå che sull’impegnativo tracciato di Andorra ha conquistato la sua 30esima vittoria in Coppa del Mondo a 45 anni. La norvegese si è conferma la più grande rider donna che questo sport abbia mai visto e la più longeva, essendo la più anziana di sempre ad aver vinto una prova di Coppa. 

La sua arma vincente è stata l’esperienza: «In quota non puoi mettere troppo gas, ho visto che Neff nel finale aveva le gambe rigide, forse ha spinto troppo in alcune salite mentre io ho cercato di gestirmi senza strafare. Ormai qualche anno alle spalle ce l’ho» ha scherzato prima di salire sul podio con Jolanda Neff ed Emily Batty.

Gunn Rita Dahle Flesjå a 45 anni vince ancora a Vallnord in Coppa del Mondo

Gunn Rita Dahle Flesjå a 45 anni vince ancora a Vallnord in Coppa del Mondo

Il francese Joshua Dubau e la svizzera Sina Frei hanno vinto le due prove riservate agli Under 23. 

La Coppa del mondo UCI di MTB tornerà sugli schermi di Red Bull TV l’11 e 12 agosto da Mont Sainte Anne, in Canada, dove si terranno sia le gare XCO che quelle di DH.

ORDINE D’ARRIVO ELITE MASCHILE:
1. KERSCHBAUMER Gerhard (TORPADO GABOGAS) 1:32:05
2. SCHURTER Nino (SVI – SCOTT-SRAM MTB RACING) +1:13
3. VAN DER POEL Mathieu (OLA – CORENDON-CIRCUS) +2:06
4. AVANCINI Henrique (BRA – CANNONDALE FACTORY RACING XC)+2:28
5. SARROU Jordan (FRA KMC-EKOI-SRSUNTOUR) +2:45
6. BRAIDOT Luca (CENTRO SPORTIVO CARABINIERI – CICLI OLYMPIA) +3:00
7. VOGEL Florian (SVI –  FOCUS XC TEAM) +3:14
8. COLOMA NICOLAS Carlos (SPA – PRIMAFLOR MONDRAKER ROTOR) +3:22
9. CINK Ondrej (CZE – PRIMAFLOR MONDRAKER ROTOR) +3:32
10. VALERO SERRANO David (SPA – MMR FACTORY RACING TEAM) +3:40

ORDINE D’ARRIVO DONNE ELITE:
1. DAHLE FLESJAA Gunn-Rita (NOR – TEAM MERIDA GUNN-RITA) 1:22:58
2. NEFF Jolanda (SVI – KROSS RACING TEAM) +25
3. BATTY Emily (CAN – TREK FACTORY RACING XC) +47
4. TAUBER Anne (OLA – CST SANDD AMERICAN EAGLE MTB RACING TEAM +1:03
5. WLOSZCZOWSKA Maja (POL – KROSS RACING TEAM) +1:22
6. BELOMOINA Yana (UCR – CST SANDD AMERICAN EAGLE MTB RACING TEAM) +2:15
7. MICHIELS Githa (BEL) +2:33
8. LANGVAD Annika (DK – SPECIALIZED RACING) +2:53
9. COURTNEY Kate (USA – SPECIALIZED RACING) +3:15
10. BRANDAU Elisabeth (GER) +3:36

ORDINE D’ARRIVO UNDER 23 MASCHILE:
1. DUBAU Joshua (FRA) 1:15:38
2. PHILIPP Antoine (FRA – VELOROC BMC) +50
3. COLOMBO Filippo (SVI – BMC MOUNTAINBIKE RACING TEAM) +1:23
4. CULLELL ESTAPE Jofre (SPA – MEGAMO FACTORY TEAM) +1:26
5. DASCALU Vlad (ROM – BRUJULA BIKE RACING TEAM) +1:27
6. VADER Milan (OLA – HABITAT MOUNTAIN BIKE TEAM) +1:36
7. HAEGSTAD Erik (NOR) +2:02
8. HATHERLY Alan (RSA) +2:05
9. BONNET Thomas (FRA – CUBE PRO FERMETURES SEFIC) +2:06
10. NORDEMANN David (OLA – CST SANDD AMERICAN EAGLE MTB RACING TEAM) +2:37

15. AGOSTINELLI Alessio (SUPERBIKE BRAVI) +3:09
50. BONETTO Francesco (ELIOS SR-SUNTOUR PRO TEAM) -1 giro

ORDINE D’ARRIVO DONNE UNDER 23:
1. FREI Sina (SVI – GHOST FACTORY RACING) 1:09:42
2. RICHARDS Evie (GBR – TREK FACTORY RACING XC) +1:15
3. DEGN Malene (DK -GHOST FACTORY RACING) +3:20
4. GARCIA MARTINEZ Rocio Del Alba (SPA – PRIMAFLOR MONDRAKER ROTOR) +3:39
5. TOVO Marika (TEAM RUDY PROJECT XCR) +3:49
6. SHORT Isla (GBR – HABITAT MOUNTAIN BIKE TEAM) +4:12
7. URRUTY Lucie (FRA – SCOTT CREUSE OXYGENE GUERET) +4:33
8. BATTEN Haley (USA – CLIF PRO TEAM) +5:10
9. PASSELANDE Chloe (FRA – MASSI) +5:21
10. SPIELMANN Anna (AUT – RACING TEAM HAIMING) +6:02

11. TEOCCHI Chiara (BIANCHI COUNTERVAIL)+6:05
13. MARCHET Giorgia (TEAM RUDY PROJECT XCR) +6:23
14. BERTA Martina (KMC-EKOI-SRSUNTOUR) +6:46
15. SEIWALD Greta (TEAM FOCUS SELLE ITALIA) +7:31

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)