L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

CERVINIA (AO) – Lo spagnolo Mikel Nieve ha vinto la ventesima e penultima tappa del Giro d’Italia 2018, 214 km da Susa a Cervinia, e porta a cinque il numero di vittorie ottenute dalla Mitchelton-Scott in questa edizione della Corsa Rosa dopo le tre dell’ex maglia rosa Simon Yates e quella di Esteban Chaves. Si fa anche un regalo speciale dato che proprio oggi festeggia il suo 34esimo compleanno. 

L’esperto corridore basco, come prevedibile, libero da impegni nei confronti del suo capitano, si è inserito con abilità nella fuga di 27 corridori che ha preso il largo dopo una quarantina di chilometri dal via. Le salite hanno fatto la selezione e Nieve è poi rimasto solo al comando ed è volato verso la vittoria. Secondo posto per l’olandese Robert Gesink (LottoNL-Jumbo) a 2’16”, terzo l’austriaco Felix Grossschartner (Bora – hansgrohe) a 2’41”, quarto Giulio Ciccone (Bardiani CSF) a 3’45” e quinto Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo) a 5’22”. Dopo 6’03” è arrivato il gruppetto dei migliori della classifica con lo sprint vinto da Wout Poels del Team Sky che ha preceduto, prendendo per mano, il compagno di squadra Chris Froome che di fatto festeggia la vittoria del Giro 101, in attesa della passerella finale domani a Roma. 

Wout Poels festeggia col suo capitano Chris Froome la vittoria al Giro

Wout Poels festeggia col suo capitano Chris Froome la vittoria al Giro 2018 (foto LaPresse)

Tom Dumoulin (Team Sunweb) ha provato ad attaccare Froome sulla salita finale, ma ormai le energie erano ridotte al lumicino e quando ha visto che la maglia rosa rispondeva ad ogni suo tentativo di allungo ha deciso di accontentarsi del secondo posto. La sfida più appassionate oggi è stata quella per il terzo posto in classifica e per la maglia bianca di miglior giovane con il colombiano Miguel Angel Lopez (Astana) che si è difeso nei confronti dell’ecuadoriano Richard Carapaz (Movistar Team). 

Già anche il terzo posto in classifica, perchè la clamorosa sorpresa di giornata è stata il crollo di Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), che completamente svuotato da tutte le forze, sulla salita del Saint-Pantaleon si è staccato inesorabilmente e poi ha chiuso nel gruppetto dei velocisti ad oltre 45 minuti di distacco.

Chris Froome diventa il primo corridore britannico a vincere il Giro d’Italia. E lo fa sulla scorta della leggendaria impresa firmata ieri a Bardonecchia con la quale è riuscito a ribaltare il Giro. Il capitano del Team Sky vince il suo terzo Grande Giro consecutivo (dopo il Tour de France e la Vuelta a Espana 2017) eguagliando Merckx e Hinault e diventa il settimo corridore della storia ad aver conquistato tutte le tre grandi corse a tappe. Sul podio finale al suo fianco salgono Dumoulin e il giovane Lopez. Il migliore degli italiani è Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) che chiude al quinto posto finale. 

Questa sera trasferimento in bus all’aeroporto di Torino e poi il volo verso Roma dove domani si completerà la festa rosa per Chris Froome e per tutti i protagonisti di questa magnifica edizione del Giro d’Italia 2018.

Il vincitore di tappa Mikel Nieve, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Dopo quello che è successo ieri, è stato molto importante per la nostra squadra riuscire a vincere la tappa. Le cinque vittorie sono davvero tante! Non avrei potuto sognare un compleanno migliore”.

La Maglia Rosa Chris Froome ha dichiarato: “È stata una vittoria incredibile. Questo Giro è brutale, guarda cosa è successo a Pinot oggi. Quando Dumoulin ha attaccato non ero preoccupato ma volevo mantenere la situazione sotto controllo. Sono scattato sul traguardo per assicurarmi di aver vinto anche la Maglia Azzurra oltre che la Maglia Rosa”.

Mikel Nieve vince la ventesima tappa del Giro d'Italia 2018

Mikel Nieve vince la ventesima tappa del Giro d’Italia 2018 (foto La Presse)

ORDINE D’ARRIVO:

1 Mikel Nieve (Spa) Mitchelton-Scott 5:43:38
2 Robert Gesink (Ned) LottoNL-Jumbo 0:02:17
3 Felix Grossschartner (Aut) Bora-Hansgrohe 0:02:41
4 Giulio Ciccone (Ita) Bardiani CSF 0:03:45
5 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo 0:05:23
6 Wout Poels (Ned) Team Sky 0:06:03
7 Chris Froome (GBr) Team Sky
8 Davide Formolo (Ita) Bora-Hansgrohe
9 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida
10 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team

CLASSIFICA GENERALE:

1 Chris Froome (GBr) Team Sky 86:11:50
2 Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb 0:00:46
3 Miguel Angel Lopez (Col) Astana Pro Team 0:04:57
4 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team 0:05:44
5 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida 0:08:03
6 Pello Bilboa (Spa) Astana Pro Team 0:11:50
7 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:13:01
8 George Bennett (NZl) LottoNL-Jumbo 0:13:17
9 Sam Oomen (Ned) Team Sunweb 0:14:18
10 Davide Formolo (Ita) Bora-Hansgrohe 0:15:16

MAGLIE:

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Chris Froome (Team Sky)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo – Elia Viviani (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Chris Froome (Team Sky), maglia indossata da Giulio Ciccone (Bardiani CSF)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

DOMANI – TAPPA 21 | domenica 27 maggio | 118 km | Roma – Roma

Tappa in circuito all’interno della Capitale. Il circuito di 11.5 km da ripetere 10 volte si sviluppa interamente lungo le vie cittadine (ampie e talvolta con alcuni spartitraffico). Si alternano brevi salite e discese e lunghi rettilinei raccordati da curve a volte impegnative. Il fondo stradale è prevalentemente asfaltato con alcuni tratti in pavè (“sanpietrini”). Ultimi km: ultimi chilometri sostanzialmente pianeggianti. Su strade larghe e rettilinee. Curve degli ultimi tre chilometri ampie. Rettilineo di arrivo di 700 m, largo 8 m fondo in “sanpietrini” in leggerissima ascesa.

LINK UTILI:

(Servizio a cura di Giorgio Torre)

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)