SAN PAOLO D’ARGON (BG) – La 3GIORNIOROBICA – Gran Premio LVF Valve Solutions 2016 è del pugliese Alessandro Monaco (Convertini Junior Team). Dopo l’impresa di ieri al Passo Maniva il tarantino oggi ha controllato la situazione raccogliendo la vittoria più importante della sua giovane e promettente carriera.

Le maglie prima della partenza da Lallio

Le maglie prima della partenza da Lallio (foto Rodella)

L’ultima tappa, di 89,7 chilometri da Lallio a San Paolo d’Argon, si è risolta con una volata a tre che ha visto primeggiare in maniera nettissima il varesino Alessandro Covi (Team Giorgi) davanti al veronese Filippo Zana (Contri Autozai) e al valtellinese Andrea Bagioli (Canturino). I tre hanno attaccato nei chilometri finali alla ricerca della vittoria di tappa e Bagioli aveva anche la motivazione in più di conquistare la classifica dei giovani. Obbiettivo centrato, così come Covi ha centrato il suo, quello di lasciare la sua firma anche in questa edizione della 3GIORNIOROBICA, risalire in seconda posizione in classifica generale, conquistare la classifica a punti e raggiungere la vittoria personale numero otto di una stagione a dir poco fantastica che lo ha visto primeggiare anche in campo internazionale.

La vittoria di Alessandro Covi a San Paolo d'Argon

La vittoria di Alessandro Covi a San Paolo d’Argon (foto Rodella)

Sorridono i lombardi Covi e Bagioli, quindi, ma il sorriso più grande è quello del pugliese Alessandro Monaco, ragazzo del Sud – vive a Grottaglie in provincia di Taranto – che pochi giorni fa ha raggiunto la maturità al Liceo Classico (ha anticipato di un anno l’inizio della scuola) e ieri con la straordinaria vittoria solitaria al Passo Maniva ha ottenuto un importante “diploma” anche in campo ciclistico confermandosi come uno degli scalatori più interessanti della categoria a livello nazionale, un talento su cui scommettere anche in futuro.

Il podio dell'ultima tappa

Il podio dell’ultima tappa (foto Rodella)

Tappa impegnativa che dopo la partenza di Lallio propone cinque scalate al Colle dei Pasta, con salita da Torre de’ Roveri e discesa dal versante di Cenate Sotto. La prime iniziative di giornata sono quelle di Matteo Grandi (Fanini), prima, e Davide Pruni (Sancarlese) poi. Quest’ultimo viene ripreso sulle prime rampe della prima salita del Colle dei Pasta dove attacca Aynur Galeev (Russia), interessato a riprendersi la maglia verde e scollina per primo, inseguito da un terzetto composto da Stefano Taglietti (Team LVF), Federico Rosati (Secom) e Gianmarco Michini (Spelt). Luca Mozzato (Contri Autozai) vince il traguardo volante del km 30 e conquista la maglia blu.

Al secondo Gpm è nuovamente primo Galeev, davanti a Gioele Pellegrini (Montecorona) e Alessandro Affolati (Work Service). Sulla spinta del gpm i tre, con l’aggiunta di Alessandro Marinozzi (Trodica) danno vita ad un interessante tentativo di fuga che al km 46 vanta 1′ sul gruppo e 26″ su sette inseguitori. Nella nuova ascesa al Colle dei Pasta al Gpm Galeev scatta, ma un problema meccanico lo rallenta e Affolati passa per primo. Marinozzi e Pellegrin sono a 29″ e le avanguardie del gruppo a 54″.

Allo sprint per il km 60 Affolati anticipa Pellegrin, Marinozzi, Galeev. Non cambia nulla nella classifica finale dove la maglia rimane sulle spalle di Tommaso Campesan (Pressix P3 Mito Sport).

Alla quarta ascesa del Colle dei Pasta Galeev consolida la leadership degli scalatori, Affolati é secondo davanti a Pellegrin. Dopo la discesa fora Galeev, che perde contatto, mentre sui fuggitivi ha la forza di riportarsi Alberto Zanoni (Contri Autozai). All’inizio dell’ultimo giro Zanoni, Pellegrin, Marinozzi, Affolati hanno 14″  su un gruppetto di una decina di inseguitori e 32″ sul gruppo.

Zana, Covi e Bagioli all'attacco

Zana, Covi e Bagioli all’attacco (foto Rodella)

Sull’ultima salita al Colle dei Pasta si muovono gli uomini di classifica e cambia di nuovo la situazione: al Gpm passa per primo Filippo Zana (Contri Autozai), davanti ad Andrea Bagioli (Canturino) e ad Alessandro Monaco (Convertini), con loro c’ anche Alessandro Covi (Team Giorgi). In discesa Monaco si stacca, mentre gli altri attaccano. Restano in tre. Tutti hanno interesse ad arrivare all’arrivo e guadagnare secondi. L’accordo è ottimo, dall’ultima curva esce come un missile, già in prima posizione, Alessandro Covi che con una volata irresistibile va a vincere la tappa davanti a Zana e Bagioli. Alessandro Monaco taglia il traguardo in decima posizione a 10″, ma la festa è tutta per lui che scrive il suo nome nell’albo d’oro della 3GIORNIOROBICA.

L'arrivo di Alessandro Monaco

L’arrivo di Alessandro Monaco (foto Rodella)

LE INTERVISTE

Alessandro Monaco (Convertini Junior Team): “Vincere qui è un’emozione grandissima, che ancora non riesco a definire – spiega emozionato – questa è una gara importantissima per la quale insieme alla squadra mi sono preparato tanto. L’anno scorso con il quinto posto avevo capito che al secondo anno avrei potuto dire la mia. Oggi la mia squadra è stata eccezionale, ha fatto un gran lavoro, ed è a tutto il nostro staff e a i miei compagni che voglio dedicare la vittoria. E’ stata una tappa dura come pensavo e tutti abbiamo atteso l’ultima ascesa al Colle dei Pasta per dare battaglia. Sono rimasto con Zana, Covi e Bagioli poi loro si sono lanciati in discesa a folle velocità e io, avendo 1’10” di vantaggio in classifica, ho preferito non rischiare troppo. mi aspettavo anche attacchi dai russi, ma credo che Kazanov non stesse benissimo perchè in salita faticava ad ogni giro. Ora mi attende un po’ di riposo, ho appena consegito anche la Maturità Classica e qualche giorno di vacanza posso meritarmelo”.

Alessandro Covi (Team Giorgi) vince la tappa ed è secondo in generale, veste anche la maglia a punti: “Sono contento perchè sono riuscito a centrare gli obiettivi che mi ero posto per oggi. Non è stata una gara semplice e con la fuga che ha preso il largo a metà corsa le cose per me si stavano mettendo male, poi siamo stati bravi a gestirci e a fare la vera selezione all’ultimo passaggio. Quando mi sono trovato davanti con Bagioli e Zana è stato facile trovare l’accordo: io volevo tappa, secondo posto e maglia a punti, Zana la tappa,Bagioli la maglia giovani ed eventualmente la tappa. E’ stato bello giocarci tutto all’arrivo quando ho fatto la mia volata e sono riuscito a vincere. Un successo ottenuto con il pensiero alla mia squadra”.

Evgenii Kazanov (Lokosphinkx) quest’anno è terzo in classifica generale: “Mi spiace l’anno scorso sono stato secondo e quest’anno terzo. Il podio è importante, ma non aver vinto mi spiace molto”.

Andrea Bagioli (C.C. Canturino) è terzo nella 4 tappa ed è maglia giovani: “E’ stato necessario attendere l’ultima salita, partire prima sarebbe stato inutile. Nel tratto finale della salita io, Covi, Zana e Monaco abbiamo fatto la differenza. Kazanov ha faticato un po’. In discesa Monaco ci ha lasciati andare perchè noi abbiamo voluto guadagnare il più possibile sul gruppo e lui non ha voluto rischiare la maglia. Negli ultimi chilometri ho tirato molto, giusto così puntavo alla maglia giovani. Sul rettilineo finale è partito Covi, Zana ha risposto bene e io sono arrivato terzo ma sono molto contento. Avevo ambizioni di classifica, poi strada facendo mi sono resto conto che Monaco e gli atleti del secondo anno erano troppo forti così mi sono concentrato sulla maglia rosa”.

Filippo Zana (Contri Autozai) è secondo: “Abbiamo cercato la vittoria perchè in questa 3Giorniorobica ci è mancato lo spunto vincente e volevamo rifarci. In salita ho forzato con i migliori , poi in volata ho dato tutto ma Covi è stato più veloce di me. Con la tappa al Maniva sono rientrato nei dieci in classifica ottenendo il settimo posto finale, il mio bilancio in relazione alal condizione di forma è positivo”. Protagonista nel finale anche il suo compagno Alberto Zanoni, quarto: “La tappa era molto dura e ho cercato di anticipare i più forti entrando sulla fuga dei tre, poi ho scollinato con un leggero distacco e ho evitato di restare solo e spendere energie inutilmente così mi sono fatto riassorbire dagli inseguitori e poi ho fatto la volata per il quarto posto”. La Contri Autozai vince per il secondo anno consecutivo con Luca Mozzato la maglia blu di  leader classifica sprint km 30.

Aynur Galeev (Naz.Russia) è ancora miglior scalatore ad un anno di distanza: “Anche oggi è stata una giornata molto dura e molto calda, ma volevo riprendermi la maglia persa ieri al Passo Maniva e per questo ho prima allungato sui passaggi del gpm e poi sono andato in fuga. Mi spiace molto per la foratura nel finale, avrei voluto tentare di fare qualcosa di più per la vittoria ma chiudo contento”.

Tommaso Campesan  (Pressix P3) si conferma leader della classifica km 60: “Con il passare delle tappe questo  diventato un obiettivo concreto, sono contento”.

Tutte le maglie dell'edizione 2016 della 3GIORNIOROBICA

Tutte le maglie dell’edizione 2016 della 3GIORNIOROBICA (foto Rodella)

ORDINE D’ARRIVO:

1. Alessandro Covi (Team F.lli Giorgi) km 89,70 in 2h17’09” media 39,242 km/h
2. Filippo Zana (Gcd Contri Autozai)
3. Andrea Bagioli (Cc Canturino 1902)
4. Alberto Zanoni (Gcd Contri Autozai) a 10″
5. Edoardo Francesco Faresin (Gs Pressix P3 Mito Sport)
6. Davide Baldaccini (Team LVF)
7. Mattia Bevilacqua (Team Franco Ballerini)
8. Andrea Innocenti (Team Franco Ballerini)
9. Evgenii Kazanov (Lokosphinx)
10. Alessandro Monaco (Convertini Junior Team)

CLASSIFICA GENERALE:

1. Alessandro Monaco (Convertini Junior Team) km 354,60 in 9h08’40” media 38,778 km/h
2. Alessandro Covi (Team F.lli Giorgi) a 1’05”
3. Evgenii Kazanov (Lokosphinx) a 1’14”
4. Davide Baldaccini (Team LVF) a 1’19”
5. Andrea Bagioli (Cc Canturino 1902) a 1’27”
6. Andrea Innocenti (Team Franco Ballerini) a 1’29”
7. Filippo Zana (Contri Autozai TTNK Sport) a 1’39”
8. Matteo Zurlo (Pasta Sgambaro) a 2’23”
9. Gianmarco Michini (Spelt Cycling) a 2’29”
10. Aldo Caiati (Team LVF) a 3’05”

LE MAGLIE

Classifica Generale : Esacom Alessandro Monaco (Convertini Junior Team)

Classifica a punti : Hertz Alessandro Covi (Team F.lli Giorgi)

Classifica scalatore: L&L Aynur Galeev (Nazionale Russia)

Classifica Giovani: Nava Cilindri Andrea Bagioli (Canturino 1902)

Classifica Sprint 30° km: Omva Luca Mozzato (Contri Autozai)

Classifica Sprint 60 km°: L.M.M. (Pressix P3 Mito Sport) Tommaso Campesan (Pressix P3 Mito Sport)

(Servizio a cura di Giorgio Torre)