OSTERIA GRANDE (BO) – Bel successo per Andrea Garosio, bresciano del Team Colpack, che ha conquistato la 65° Coppa Varignana – 63° Coppa Dalfiume, gara ciclistica per Elite e Under 23 organizzata oggi dalla Società Ciclistica Sergio Dalfiume di Osteria Grande. Per Garosio è il primo meritato trionfo stagionale: “Lo dedico a me stesso, perché mi sono sempre impegnato al massimo senza perdermi d’animo anche quando i risultati non arrivavano. Poi lo dedico anche alla mia famiglia e, ovviamente, alla mia squadra”.

Garosio, 5° un anno fa alla Varignana, nel 2015 era stato grande protagonista sulle strade emiliano romagnole anche quando aveva vestito la maglia di leader della corsa a tappe Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp, perdendo però la leadership in classifica proprio all’ultimo giorno di gara.

Il podio della Coppa Varignana 2016

Il podio della Coppa Varignana 2016 (foto Soncini)

Tanto pubblico sullo spettacolare circuito finale di Varignana, bagnato dalla pioggia dopo il sole che aveva accompagnato i corridori nel circuito pianeggiante iniziale. Proprio nelle prime fasi di gara, prima dei 5 giri del circuito cittadino di 5,5 km, si erano avvantaggiati in 4 raggiungendo un vantaggio massimo di circa 2’30”: Marco Lenzi (Team Cingolani Senigallia), Fabrizio Titi (Aran Cucine), Riccardo Donato e Filippo Rudi (Selle Italia), con quest’ultimo ad incaricarsi di tirare il drappello di fuggitivi per quasi 100 km.

Ma nel corso degli ultimi sei giri in salita verso Varignana tutto cambia: il solo Riccardo Donato prosegue nella sua azione, raggiunto prima da Giacomo Zilio (Zalf Euromobil), poi da altri 14 corridori a 3 giri dalla conclusione.

A quel punto attaccano in 3: Davide Gabburo (Zalf Euromobil), Andrea Garosio e Mark Padun (Colpack). Al penultimo giro si stacca Padun, mentre Aleksandr Riabushenko (Team Palazzago) raggiunge Gabburo e Garosio al comando.

I tre percorrono insieme anche l’ultimo giro e vanno ad affrontare gli ultimi due tornanti in salita; Riabushenko e Gabburo sembrano in grado di giocarsi il successo ma scivolano all’ultima curva e Andrea Garosio è scaltro ad evitarli e ad andare così a vincere la Coppa Varignana. Secondo posto per Gabburo, mentre Riabushenko taglia il traguardo a piedi, tra gli applausi del pubblico, anticipando il rientro degli altri inseguitori.

La vittoria di Andrea Garosio ad Osteria Grande

La vittoria di Andrea Garosio ad Osteria Grande (foto Soncini)

La Coppa Varignana di quest’anno assegnava anche il titolo di campione regionale emiliano romagnolo Elite, assegnato a Moreno Giampaolo (Beltrami TSA Argon 18).

Va così in archivio la “due giorni ciclistica delle colline castellane” organizzata dalla società Dalfiume presieduta da Mauro Romagnoli, che ha avuto 400 corridori al via in due giorni, dopo il Memorial Benfenati che ieri, sabato 14 maggio, ha visto la vittoria di Francesco Lamon (Team Colpack).

ORDINE D’ARRIVO:

  1. Andrea Garosio (Team Colpack) km 144,400 in 3h16’36” media di 44,069 km/h
  2. Davide Gabburo (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 6”
  3. Aleksandr Riabushenko (Team Palazzago)
  4. Mark Padun (Team Colpack) a 11”
  5. Giacomo Zilio (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 16”
  6. Umberto Orsini (Team Colpack) 19”
  7. Leonardo Moggio (Cipollini Iseo Serrature) a 26”
  8. Filippo Zaccanti (Team Colpack) a 29”
  9. Simone Bettinelli (Team Colpack) a 42”
  10. Leonardo Basso (Selle Italia Cieffe)

(Servizio a cura di Massimo Marani)