L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

VERTOVA (BG) – Con un colpo da grande finisseur il tedesco Marius Mayrhofer del Team Wipotech ha vinto per distacco il 22° Trofeo Comune di Vertova – 17° Memorial Pietro Merelli, prima prova della 2 Giorni Ciclistica Internazionale Juniores di Vertova corsa sulla distanza di 81,2 chilometri. Secondo posto per il padovano Nicola Graziato (Autozai Contri Omap) a 13″ e terzo l’eritreo, campione continentale africano strada e crono Gyrmai Haiku Biniam del Centre Mondial du Cyclisme che a 18″ ha regolato la volata del primo gruppetto.  

Il podio della prima prova della 2 Giorni di Vertova

Il podio della prima prova della 2 Giorni di Vertova (foto Berry)

Alla partenza si schierano 166 concorrenti con un po’ il meglio del ciclismo mondiale della categoria Juniores. Da percorrere 8 giri dell’ormai classico circuito (il primo leggermente più corto). Vari tentativi di allungo nella prima parte di gara, ma l’andatura è altissima e nessuno riesce a prendere il largo. 

Tra il quinto ed il sesto giro nasce la fuga più importante della giornata composta da 12 atleti, poi in seconda battuta rientrano altri sei corridori e diventano in 18 a condurre la corsa. Sono: Gyrmai Haiku Biniam, Juan Tito Rendon (Centre Mondial du Cyclisme), Luca Varenna (Us Biassono), Nicolò Parisini (GB Junior Team), Pietro Generali (Assali Stefen), Nicola Bordoli (Team Giorgi), Pietro Aimonetto (Bustese), Marius Mayrhofer (Team Wipotech), Steven Pattyn (Van Moer Logistics), Andrea Berzi (Team LVF), Andrea Luca Giuliani (Aspiratori Otelli), Aljaz Omrzel e David Cadez (Slovenia), Nicola Graziato, Mattia Petrucci (Autozai Contri), Jakob Gessner (Germania), Gianluca Simioni (Uc Giorgione) e Pasquale Lamanna (Feralpi Monteclarense).

Nel finale i corridori al comando vantano 46″ sui primi inseguitori e 1’50” sul gruppo. Restano in diciassette davanti nei chilometri finali, ma a sorprendere tutti quanti è Marius Mayrhofer che accelera nell’ultimo chilometro, si toglie di ruota tutti gli avversari e vola solitario verso il traguardo. Un successo di prestigio per il giovane tedesco, già in evidenza quest’anno in altri importanti appuntamenti internazionali tra cui due tappe alla Corsa della Pace.

La premiazione della maglie della 2 Giorni di Vertova dopo la prima prova

La premiazione della maglie della 2 Giorni di Vertova dopo la prima prova (foto Berry)

Un successo che conferma la Germania come nazione faro alla 2 Giorni di Vertova dopo che lo scorso anno aveva dominato le due prove Niklas Märkl in gara con la nazionale tedesca. Curiosità: il vincitore di oggi Mayrhofer è tesserato per il Team Wipotech che è la squadra di club per cui era tesserato lo scorso anno il vincitore, formazione diretta proprio dal padre Andreas Märkl e in gara c’era anche il giovane fratello Lukas Märkl.

Domani seconda prova con il 48° Trofeo Emilio Paganessi. Partenza alle ore 9 sempre da via Ferrari a Vertova e classico arrivo alla Marmi Paganessi per un totale di 134 chilometri. In mezzo, dopo un primo tratto in linea di andata e ritorno verso l’Alta Valle Seriana, i corridori dovranno affrontare per cinque volte la salita di Casnigo durante i cinque giri del circuito finale.

SFOGLIA LA FOTOGALLERY (foto Berry)

ORDINE D’ARRIVO: 

Iscritti: 167, Partiti: 166, Arrivati: 111.

1. Marius Mayrhofer (Ger, Team Wipotech) km 81,200 in 1h46’37” media 45,696 km/h
2. Nicola Graziato (Autozai Contri Omap) a 13″
3. Gyrmai Haiku Biniam (Eri, Centre Mondial du Cyclisme) a 18″
4. Mattia Petrucci (Autozai Contri Omap)
5. Luca Varenna (Us Biassono)
6. Nicolò Parisini (GB Junior Team)
7. Pietro Generali (Assali Stefen Omap)
8. Juan Tito Rendon (Col, Centre Mondial du Cyclisme)
9. Steven Pattyn (Van Moer Logistics Cycling Team)
10. Andrea Berzi (Team LVF)

(Servizio a cura di Giorgio Torre)

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)