L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

BERGAMO (BG) – Alla Granfondo Felice Gimondi-Bianchi, sport e arte pedalano affiancati: un sodalizio consolidato dalla lunga storia della granfondo bergamasca dedicata al Campione di Sedrina, e che si rinnova anche per la 20a edizione, in programma domenica 15 Maggio 2016.
Grazie infatti alla preziosa collaborazione con la Fondazione Creberg, la manifestazione cicloamatoriale, sceglie ogni anno un artista legato a Bergamo e al territorio: per l’edizione 2016 – sotto il personale coordinamento di Angelo Piazzoli, Segretario Generale della Fondazione Creberg – è stato scelto Trento Longaretti, nell’anno del suo centenario. Le sue opere saranno in mostra presso la Sala Traini (Creberg Bergamo) in occasione della conferenza stampa di presentazione della GF Gimondi-Bianchi, in programma giovedì 14 aprile, e nel week-end della manifestazione all’interno del Lazzaretto.
Il Prof. Longaretti è da un secolo straordinario testimone del nostro tempo, raffigurando nelle sue opere la complessità della condizione umana nel fluire della storia, da lui vissuta in prima persona. Nella visione dell’artista, l’uomo rappresenta la realtà, il paesaggio la fantasia, la poesia, cui è affidato il ruolo di “realismo poetico” dell’evasione. Le opere in mostra, gentilmente concesse alla Fondazione del Credito Bergamasco dalla Associazione Longaretti, sono fortemente rappresentative del percorso artistico del Maestro trevigliese, con le celeberrime figure materne, i paesaggi, il mondo degli umili.
Nato a Treviglio nel 1916, Trento Longaretti studia all’Accademia di Brera, è allievo di Aldo Carpi e nel 1936 inizia la sua carriera espositiva con numerose collettive a Milano, Genova e Bergamo. E’ al fronte in Slovenia, Sicilia e Albania: l’esperienza bellica col fermo rifiuto della violenza che ne deriva, sono temi che segneranno da lì in avanti il suo percorso artistico. Partecipa alla Biennale di Venezia in quattro successive edizioni. Realizza notevoli opere d’arte sacra, oggi conservate in famose collezioni private e musei.
Proseguono intanto le iscrizioni per la 20esima Granfondo Gimondi Bianchi, direttamente online sul sito ufficiale della manifestazione www.felicegimondi.com, oppure con bollettino postale, bonifico bancario o direttamente presso la sede della società organizzatrice a Bergamo, in via G. Da Campione, 24/c.
Per ulteriori informazioni: info@felicegimondi.com

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)