L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

CASABLANCA (MAROCCO) – Si è conclusa con la conquista della medaglia d’oro nella specialità del Keirin l’esperienza di Ahmed Amine Galdoune ai Campionati Africani su pista che sono terminati oggi al Velodromo di Casablanca, in Marocco.

Amine Galdoune in azione

Amine Galdoune in azione (foto Facebook)


Il 19enne nazionale marocchino, che vive in Italia ed è ciclisticamente cresciuto nella Bergamasca, da quest’anno è tesserato con la società bresciana Delio Gallina Colosio a cui ha regalato un prestigioso alloro internazionale. Nel sprint decisivo per la medaglia d’oro ha superato gli algerini Yacin Mickhail Chalel e Ayoub Karrar.
Nei giorni scorsi Galdoune aveva già conquistato la medaglia di bronzo nella Corsa a punti contribuendo all’importante bottino di vittorie raccolto dalla sua nazionale sul velodromo di Casablanca. In questa occasione Amine si è classificato alle spalle del vincitore Jean Spies (Sudafrica) e dell’algerino Chalel.
Amine Galdoune con il presidente dell'UCI Brian Cookson

Amine Galdoune con il presidente dell’UCI Brian Cookson (foto Facebook)


Galdoune ha ricevuto anche i complimenti del presidente dell’UCI Brian Cookson che in questi giorni ha assistito alla manifestazione.
La prossima settimana, sempre in Marocco, sono in programma le prove su strada dei Campionati Continentali Africani.
La vittoria di Galdoune impreziosisce il magnifico avvio di stagione della Delio Gallina che già nei giorni scorsi, su strada, si era messa in mostra in Francia con la vittoria dello sloveno Martin Oniticar e altri piazzamenti.
(Servizio a cura di Giorgio Torre)

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)