AND (BELGIO) – Positive prestazioni dei pistard azzurri ieri al Centro Ciclistico fiammingo Eddy Merckx di Gand, dove si è svolta la prima giornata dell’International Belgian Track Meeting, manifestazione su pista internazionale UCI classe 1. 

La soddisfazione più grande l’ha portata Matteo Donegà che si è aggiudicato lo Scratch maschile per Under 23 superando allo sprint l’ucraino Taras Shevchuk ed il portoghese Miguel Do Rego. Per l’emiliano-romagnolo della Cycling Team Friuli una bella soddisfazione in campo internazionale e la conferma di un’ottima attitudine alla pista. 

Ottima anche la prestazione del veneziano Francesco Lamon del Team Colpack che si è classificato al secondo posto nell’Omnium machile Elite. La vittoria, con 127 punti, è andata al padrone di casa Lindsay De Vylder, secondo appunto l’azzurro con 115 punti e terzo l’ucraino Roman Gladysh con 104 punti. 16° posto per Donegà. 

Il podio dell'Omnium maschile con Francesco Lamon al secondo posto

Il podio dell’Omnium maschile con Francesco Lamon al secondo posto

Secondo posto anche per la trentina Letizia Paternoster nella finale della Corsa a punti femminile. L’atleta dell’Astana Women’s Team è stata preceduta dalla russa Gulnaz Badykova con 32 punti (30 quelli dell’italiana), mentre in terza posizione si è classificata la messicana Sofia Arreola Navarro. Undicesima posizione per la cremasca Marta Cavalli.

Appassionante anche la sfida della Madison femminile vinta dall’esperta coppia belga formata da Lotte Kopecky e Jolien D’Hoore, che ha infuocato il pubblico di casa. Secondo posto per le russe Gulnaz Badykova e Anastasiia Iakovenko, ottime terze le giovani azzurre Letizia Paternoster e Marta Cavalli.

La prova Scratch femminile è stata vinta dalla francese Marion Borras, con l’azzurra Chiara Consonni, come la Cavalli tesserata per la Valcar-PBM, che ha concluso all’ottavo posto. 

Nella Velocità femminile successo della belga Nicky De Grandele con la nostra Maila Andreotti sesta. Nella Velocità maschile si impone il francese Melvin Landerneau, nono e decimo posto rispettivamente per gli italiani Davide e Francesco Ceci. Tredicesimo Dario Zampieri

Chiudiam con gli Juniores con l’olandese Casper Van Uden che ha vinto la Corsa a punti ed il connazionale Philip Heijnen primo nello Scratch.

(Servizio a cura di Giorgio Torre)