L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

BERGAMO (BG) – 27 gennaio 2020, esattamente due mesi fa: il Tour of Hainan è stato rinviato a causa del Coronavirus poiché l’emergenza in Cina si era fatta drammatica. In via precauzionale la corsa è stata posticipata. È stata la prima corsa ciclistica rinviata per Covid-19. In quel momento sembrava un fatto lontano. Questo Coronavirus. Il fatto che potesse avere ripercussioni sul ciclismo a livello mondiale, ma più in generale sulla nostra quotidianità, impensabile.

Due mesi dopo, ma sembra davvero passata un’eternità, sappiamo bene in quale situazione ci troviamo. L’epidemia si diffonde. In Europa è proprio l’Italia a registrare i primi casi e entrare, prima di tutti, in emergenza. Misure sempre più restrittive imposte dal Governo ai cittadini, quarantena, morti, ospedali al collasso. Inizia dall’Italia, ma si dilaga in tutta Europa e si diffonde nel Mondo.

L’11 marzo 2020, nel giorno in cui sono stati superati i 4.350 morti nel mondo per il nuovo Coronavirus, l’Oms ha valutato che Covid-19 può essere caratterizzata come una pandemia. Si ferma il ciclismo, si ferma lo sport, si ferma il mondo come mai avremmo potuto immaginare fino a poche settimane fa.

Oggi, 27 marzo 2020, poco più di un mese dopo che l’Italia ha preso più o meno coscienza del fatto di avere il Coronavirus in casa, abbiamo vissuto un’altra giornata preoccupante: 4.401 nuovi positivi e 969 morti in 24 ore, il dato più alto dall’inizio della pandemia in Italia. Sono 589, invece, le persone guarite nell’ultimo giorno. Sono invece complessivamente 66.414 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto al giorno precedente di 4.401. Sono oltre 25.000 le persone morte in tutto il mondo a causa del Coronavirus, la maggior parte in Europa. Secondo l’ultimo bilancio della Johns Hopkins University, i casi globali di Covid-19 sono 553.244 in 176 Paesi e regioni.

Da settimane compiliamo giornalmente una sorta di diario nel quale raccontiamo l’evolversi della pandemia e le sue ripercussioni anche sul mondo del ciclismo. Scorrete questo articolo per rivivere cronologicamente l’evolversi di questa tragedia.

>> Coronavirus: la cronistoria della pandemia di Covid-19 con effetti devastanti anche sul ciclismo

(Servizio a cura di Giorgio Torre)

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)