L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

PESCARA (PE) – Nella botte piccola sta il vino migliore. Questo proverbio calza a pennello per descrivere sinteticamente la realtà ciclistica del Team Di Federico, che negli ultimi dodici mesi ha ottenuto risultati incredibili con un roster di due sole atlete: l’esordiente Eleonora Ciabocco e l’allieva Noemi Lucrezia Eremita.

Il podio del Campionato Italiano Donne Esordienti 2° anno a Comano Terme 2018

Il podio del Campionato Italiano Donne Esordienti 2° anno a Comano Terme 2018 (foto Fabiano Ghilardi)

I numeri non mentono e sono oggettivi. Dal 1/10/2017 al 30/9/2018, conteggiando quindi sia la stagione invernale offroad e la successiva stagione su strada, la Ciabocco ha collezionato 32 vittorie tra strada, cronometro e ciclocross, piazzandosi sempre nella Top Ten di giornata (soltanto una volta oltre il 5° posto) in ciascuna gara disputata. La quattordicenne di Corridonia (MC) ha semplicemente strabiliato tutti per la continuità e la qualità dei risultati ottenuti che includono due titoli italiani – nel ciclocross e su strada – e un’innumerevole serie di podi e piazzamenti prestigiosi tra i quali ricordiamo la piazza d’onore alla Coppa di Sera a Borgo Valsugana (TN) e il terzo posto nella Cesano Maderno-Ghisallo.

Noemi Lucrezia Eremita ed Eleonora Ciabocco al Ghisallo

Noemi Lucrezia Eremita ed Eleonora Ciabocco al Ghisallo (foto Fabiano Ghilardi)

Altrettanto ricco e prestigioso il curriculum Noemi Eremita, che conta sei vittorie equamente distribuite tra cronometro e prove su strada. Ai successi contro le lancette nelle cronometro di Francavilla al Mare (CH), Città di Castello (PG) e Ospitaletto (BS) si affiancano le affermazioni allo sprint (ristretto) a Torre del Colle di Bevagna (PG) e quelle per distacco a Calci (PI) e a Osimo Stazione (AN).

Ma ancor più che per i risultati, le due giovani atlete hanno colpito e riscosso ammirazione ovunque per la condotta di gara, pedalando nella testa del gruppo sia in salita che in pianura e facendosi trovare sempre pronte per promuovere o unirsi ad un tentativo di fuga. Provare a “fare la corsa” anche rischiando di perderla, questo il leitmotiv che ha permeato ogni gara: non si contano, infatti, i tentativi di attacco, spesso in perfetta solitudine, che hanno visto Ciabocco ed Eremita protagoniste. 

Il Team Di Federico al completo

Il Team Di Federico al completo (foto Fabiano Ghilardi)

L’applauso si estende a tutto il Team Di Federico – che a Bevagna, Francavilla a Mare e Città di Castello ha firmato altrettante storiche doppiette –  una piccola realtà nata qualche anno fa dalla passione per le due ruote di Edoardo Di Federico, figlio dell’ex professionista Lucio, e di Silvia Trovellesi, in sella con le Elite per tanti anni fino alla fine dello scorso decennio. Due giovani che, a dispetto della ciclisticamente sfavorevole residenza geografica (il Team Di Federico ha sede in Abruzzo), non hanno esitato a divorare oltre 40 mila km di autostrade per gareggiare in 10 diverse regioni, attraversando più e più volte la nostra penisola. Un gruppo sportivo che con umiltà, sacrifici e lavoro ha saputo (e continua) a selezionare e coltivare giovani talenti in gonnella e guadagnarsi la stima e il rispetto delle avversarie e di tutti gli appassionati delle due ruote.

Noemi Lucrezia Eremita in azione a Ospitaletto

Noemi Lucrezia Eremita in azione a Ospitaletto (foto Fabiano Ghilardi)

 

Per una stagione che si chiude un’altra è subito alle porte. Il Team Di Federico sta infatti già pedalando sui prati del ciclocross dove hanno già esordito con i colori blu-pink alcune delle new entry della squadra: le laziali Patrizia Parravano (dalle Fiamme Oro) e Erika Viglianti (dal Punto Bici Aprilia), la marchigiana Letizia Medori (dal Pedale Rossoblu Picenum) e l’aretina Melissa Lauretti (dalla Inpa San Vincenzo). Il primo podio della nuova stagione è arrivato domenica scorsa a Corridonia, grazie al secondo posto della Parravano. Piazzamenti nelle prime dieci anche per Lauretti e Medori. Chi ben incomincia, è a metà dell’opera!

(Servizio a cura di Fabiano Ghilardi)

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)