L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

PARIGI (FRANCIA) – Nei giorni scorsi MPCC (Mouvement pour un Cyclisme Crédible) ha diffuso uno studio e dei dati che mettono a confronto i casi di doping accertati nel ciclismo con quelli degli altri sport nel periodo 1° gennaio – 31 agosto 2018. Il ciclismo appare al tredicesimo posto di questa “Classifica della credibilità” e i dati dimostrano come la realtà dei fatti sia ben diversa da quello che l’opinione pubblica è portata a credere. 

Dopotutto casi molto chiacchierati, come l’ultima vicenda che ha riguardato Chris Froome molto chiacchierata prima dell’inizio del Tour de France, non ha certo contribuito a diffondere una bella immagini del nostro sponsor a livello mediatico mondiale anche se poi il tutto si è concluso con un nulla di fatto. 

Ad oggi, sono in atto solamente 6 procedure per sospetti casi di doping tra i ciclisti professionisti: 3 in Europa e 3 in America Latina. Nessuno di questi casi riguarda un corridore dell’UCI WorldTour, nessuna donna è coinvolta e nemmeno alcun atleta del settore MTB e BMX. Il dato è in calo rispetto allo scorso anno (10 casi in meno alla stessa data). In due casi su sei, la sostanza incriminato è l’EPO. Non risultata in questo studio, perchè la notizia è uscita il 5 settembre, la positività di Kanstantsin Siutsou unico atleta del WorldTour “pizzicato” finora quest’anno. Da tenere monitorati saranno gli ultimi mesi dell’anno perchè anche lo scorso anno i casi sono aumentati nel finale di stagione. 

Uscendo però dall’orticello del nostro ciclismo e dando uno sguardo più in genere al mondo dello sport ci accorgiamo di come non sia proprio il ciclismo la pecora nera. Gli sport e le nazioni più colpite da casi di doping rimangono gli stessi negli ultimi anni. La Repubblica Dominicana si distingue per i suoi 23 casi di doping, composti esclusivamente da giocatori di baseball. In grande aumento i casi che riguardano il Crossfit. Baseball e atletica sono gli sport con più casi doping in assoluto: il baseball (69) e l’atletica (73), contro, come detto, i 6 del ciclismo. 

Corruzione, frodi e partite truccate hanno pure i loro sport preferiti. E questi non sono necessariamente gli stessi del doping: calcio, cricket e tennis, insieme, rappresentano oltre l’80% delle rivelazioni in questo settore nel 2018. L’Italia in totale conta 14 casi di doping nello sport. Nell’immagine lo schema riassuntivo di tutti i dati. 

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)

Tags: