PRATO NEVOSO (CN) – Dopo i vani tentativi dei giorni scorsi, oggi, finalmente va in porto la fuga. Il tedesco Maximilian Schachmann (Quick-Step Floors) ha vinto la diciottesima tappa del centunesimo Giro d’Italia, Abbiategrasso-Prato Nevoso di 196 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Ruben Plaza (Israel Cycling Academy) e Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli – Sidermec). L’altra novità di giornata è che per la prima volta in questo Giro, la maglia rosa Simon Yates (Mitchelton-Scott) evidenzia qualche segnale di cedimento. Difende il suo primato ma perde in classifica e ora ha soli 28 secondi di vantaggio su Tom Dumoulin (Team Sunweb). 

La fuga di giornata è promossa da 12 corridori: Ballerini e Cattaneo (Androni Sidermec), Pfingsten (Bora Hansgrohe), Plaza (Israel Cycling Academy), Kuznetsov (Katusha Alpecin), Van Emden (Lotto-NL Jumbo), Van Poppel (Trek-Segafredo), Marcato (UAE Team Emirates), Fonzi e Turrin (Wilier Selle Italia), Morkov e Schachmann (Quick-Step Floors). Il vantaggio massimo dei fuggitivi ha raggiunto i 16 minuti con il gruppo degli uomini di classifica che è entrato in azione solamente sulla salita finale. 

Sull’ultima ascesa verso il traguardo di Prato Nevoso, sono rimasti prima in quattro a condurre, i tedeschi Schachmann e Pfingsten, lo spagnolo Plaza e l’italiano Mattia Cattaneo. Poi Pfingsten ha perso contatto e quindi i giochi vittoria di tappa sono rimasti un affare a tre con lo spunto vincente di Maximilian Schachmann che regala la quinta vittoria al Giro alla Quick-Step Floors, dopo il poker firmato ieri da Elia Viviani. Secondo posto per Ruben Plaza e terzo per Mattia Cattaneo.

Nel gruppo maglia rosa la miccia si accende a 4 chilometri dall’arrivo. Dopo una serie di attacchi è l’affondo sferrato dal britannico Chris Froome (Team Sky). Gli vanno dietro Tom Dumoulin (Team Sunweb), Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) ed il fido compagno Wout Poels. Soffre, invece, la maglia rosa Simon Yates. In poco più di due chilometri cede 28 secondi ai diretti rivali. 

Oggi era solo un primo assaggio di montagna, domani e dopo si farà sul serio. Domani attendono i corridori il Colle delle Finestre e lo Jafferau. Ci sarà da divertirsi.

Il vincitore di tappa Maximilian Schachmann, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Non potevo immaginare di più di quello che ho ottenuto al Giro finora. Dopo il primo giorno di riposo ho sofferto per un’infezione respiratoria ed ho recuperato solo il secondo giorno di riposo. Sapevamo di avere una possibilità oggi. Devo dire un enorme grazie a Michael Morkov per l’aiuto. Ero fiducioso di poter vincere contro i miei ultimi avversari”.

La Maglia Rosa Simon Yates ha dichiarato: “Alla fine non avevo gambe. Va bene lo stesso. Ho fatto il meglio che potevo e sono contento del vantaggio rimasto. Alla fine sono ancora in testa”.

Simon Yates soffre ma difende la maglia rosa a Prato Nevoso

Simon Yates soffre ma difende la maglia rosa a Prato Nevoso (foto LaPresse)

ORDINE D’ARRIVO 18/a tappa 101° Giro d’Italia (2.UWT) – Abbiategrasso – Prato Nevoso (CN):

1 Maximilian Schachmann (Ger) Quick-Step Floors 4:55:42
2 Ruben Plaza (Spa) Israel Cycling Academy 0:00:10
3 Mattia Cattaneo (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:00:16
4 Christoph Pfingsten (Ger) Bora-Hansgrohe 0:01:10
5 Marco Marcato (Ita) UAE Team Emirates 0:01:26
6 Michael Mørkøv (Den) Quick-Step Floors 0:01:36
7 Viacheslav Kuznetsov (Rus) Katusha-Alpecin 0:01:52
8 Jos van Emden (Ned) LottoNL-Jumbo 0:03:22
9 Alex Turrin (Ita) Wilier Triestina-Selle Italia 0:03:29
10 Davide Ballerini (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 0:05:09

CLASSIFICA  GENERALE:

1 Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott 75:06:24
2 Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb 0:00:28
3 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida 0:02:43
4 Chris Froome (GBr) Team Sky 0:03:22
5 Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ 0:04:24
6 Miguel Angel Lopez (Col) Astana Pro Team 0:04:54
7 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 0:05:09
8 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 0:05:54
9 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team 0:05:59
10 Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe 0:07:05

MAGLIE:

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Simon Yates (Mitchelton – Scott)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo – Elia Viviani (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Simon Yates (Mitchelton – Scott), maglia indossata da Giulio Ciccone (Bardiani CSF)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

DOMANI – TAPPA 19 | 25 maggio | 181 km | Venaria Reale (Reggia) – Bardonecchia

Tappa di alta montagna e ultimo arrivo in salita. Si parte quasi immediatamente in salita scalando il Colle del Lys da Viù per discendere nella valle della Dora Riparia e portarsi a Susa per la scalata del Colle delle Finestre. Il Colle delle Finestre (Cima Coppi) presenta pendenza praticamente costante al 9.2% dall’inizio alla fine (breve strappo a Meana di Susa max 14%) e per i primi 9 km è asfaltato, mentre i successivi 9 km sono sterrati fino in vetta. Durante la prima parte della salita si incontrano 29 tornanti in meno di 4 km (fino alla vetta sono 45 tornanti). La discesa è molto impegnativa, ristretta ed esposta nella prima parte fino a Pian dell’Alpe. Una volta rientrati nella ss.23 la salita riprende con pendenze accessibili fino all’arrivo. Segue la salita lunga e pedalabile fino al GPM di Sestriere. Discesa veloce fino a Oulx prima del falsopiano che porta a Bardonecchia (TV) e alla salita finale fino allo Jafferau. Ultimi km: ultimi 7 km tutti in salita ripida attorno al 9/10% con punte superiori fino al 14% nella prima parte. Da segnalare una strettoia a Maillaures a circa 6 km dall’arrivo nel tratto più ripido. Linea di arrivo su rettilineo di 50 m (larghezza 6 m).

LINK UTILI:

(Servizio a cura di Giorgio Torre)