L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

CHANDLER (AUSTRALIA) – Inizia subito col botto la prima giornate di gare su pista ai Giochi del Commonwealth, scattati oggi nella Gold Coast in Australia e a cui partecipano 71 tra rappresentative nazioni e altri territori. Al Velodromo Anna Meares di Chandler formidabile prestazione del quartetto maschile australiano dell’Inseguimento a squadre che hanno fatto registrare il nuovo record del mondo

Nella finale per la medaglia d’oro contro l’Inghilterra, il quartetto australiano formato da Leigh HowardSam WelsfordKelland O’Brien Alex Porter ha abbattuto per la prima volta nella storia il muro dei 3’50” fermando il cronometro sui 3’49″804 (alla media finale di 62.662 km/h). Migliorato di oltre 4 decimi il precedente primato fatto segnare dalla Gran Bretagna a Rio 2016. Quindi per l’Inghilterra è arrivata la medaglia d’argento, bronzo al Canada che ha battuto il Galles nella finalina.

Australia padrona anche nella prova femminile con la medaglia d’oro conquistata dal quartetto composto da Alexandra Manly, Annette Edmondson, Ashlee Ankudinoff ed Amy Cure che hanno fatto registrare il nuovo record della rassegna con 4’15″214. Hanno battuto in finale la Nuova Zelanda, mentre anche in questo caso il bronzo è andato al Canada.

Ma la giornata di festa per i canguri australiani non è finita qui: infatti è arrivato poco dopo anche il terzo oro nella Velocità a squadre femminile con Kaarle McCulloch e Stephanie Morton. La Velocità a squadre maschile ha premiato la Nuova Zelanda con Ethan Mitchell, Sam Webster ed Edward Dawkins.

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)