L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

OSTERIA GRANDE (BO) – Una corsa tirata, un alto numero di partecipanti e un buon pubblico ad applaudire i ragazzi in corsa. Sono stati questi gli ingredienti del 30° Memorial Benfenati, organizzato domenica a Osteria Grande di Castel San Pietro Terme (Bo) dalla locale società ciclistica Sergio Dalfiume, che a partire da quest’anno ha deciso di riservare questa gara ai giovani ciclisti della categoria Allievi (15 16 anni, mentre negli anni precedenti era una gara dedicata agli Under 23).

Erano oltre 120 i partenti (gli iscritti erano ben 143) per questa corsa che, come ogni anno, onora la memoria di Arnaldo Benfenati, che dopo essere stato un ottimo corridore e pistard, portò la sua esperienza al servizio della Cicli Cinzia di Osteria Grande.

La gara si è svolta su 7 giri del circuito locale di 7,8 km, con tanti tentativi di fuga che non sono però riusciti a guadagnare spazio nei confronti del resto del gruppo. A movimentare la corsa sono stati principalmente i cinque traguardi volanti, conquistati nell’ordine da Federico Quattrini (Pedale Chiaravallese), Samuele Barbato (Sozzigalli), Federico Chiccoli (S. Maria Codifiume), di nuovo Barbato e infine da Alessandro Guarniero (Calcara).

L’epilogo allo sprint ha premiato Simone Molinaro e tutta la sua società, la SC Cotignolese, i cui corridori hanno dimostrato visione di corsa e determinazione da categorie superiori, aggiungendo ai motivi per far festa anche con il terzo gradino del podio di Davide Dapporto.

Molinaro scrive il proprio nome su un albo d’oro importante, che negli ultimi tre anni (tra gli Under 23) aveva visto i nomi di Giacomo Berlato (poi passato professionista), Nicola Genovese e Francesco Lamon (poi 6° nell’inseguimento a squadre ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016).

Il Memorial Benfenati era valido anche come seconda prova della Bologna Cycling Cup, challenge introdotta quest’anno dal comitato provinciale FCI di Bologna per premiare i risultati ottenuti nel corso della stagione in otto gare organizzate nel territorio bolognese. Dopo il Memorial Benfenati, la classifica generale della Bologna Cycling Cup per Allievi è comandata da Sebastian Kajamini (San Lazzaro), mentre il primo tra i primo anno è Marco Varolo (Simec-Fanton-Cicli Paletti); i due sono stati premiati da Valter Golfieri (Cablotech) e dal presidente del comitato provinciale della FCI, Stefano Marabini.

Alle premiazioni erano presenti anche il sindaco di Castel San Pietro Terme, Fausto Tinti, il presidente della Dalfiume, Mauro Romagnoli, oltre ovviamente a Luciano Cavina e Roberto Mazzotti in rappresentanza dell’azienda Vifermeca, che ha ospitato il quartier generale della corsa.

La vittoria di Simone Molinaro ad Osteria Grande

La vittoria di Simone Molinaro ad Osteria Grande

ORDINE D’ARRIVO:

1. Simone Molinaro (Sc Cotignolese) km 55,200 in 1h26’ media 38,512 km/h
2. Tommaso Gozzi (S. Maria Codifiume)
3. Davide Dapporto (Sc Cotignolese)
4. Marco Varolo (Simec-Fanton-Cicli Paletti)
5. Mattia Casadei (Pol. Fiumicinese FA.I.T. Adriatica)
6. Flavio Cuppone (Simec-Fanton-Cicli Paletti)
7. Samuele Barbato (Uc Sozzigalli)
8. Giacomo Gelati (Ciclistica 2000 Litokol)
9. Saramano Sala (Pol. Fiumicinese FA.I.T. Adriatica)
10. Sebastian Kajamini (Sc San Lazzaro)

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)