L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

OSWIECIM (POLONIA) – Dopo la splendida vittoria di Filippo Ferronato alla 68/a Coppa Ardigò di Pessina Cremonese (Cr), il Cycling Team Friuli ha potuto festeggiare il successo anche sugli asfalti stranieri, grazie al trionfo arrivato nella Polonia del sud.

A regalare la seconda perla stagionale al sodalizio bianconero è stato quest’oggi Alessandro Pessot, che ha ipotecato con una splendida azione nel finale la prima frazione in linea della Carpathian Couriers Race, sfida per Under23 di categoria 2.2-UCI, scattata da Nowy Sacz e conclusasi a Oswiecim dopo 167,5 km.

Il tracciato nervoso e vallonato, caratterizzato da quattro salite, ha esaltato il veneto classe 1995, già splendido quarto nel cronoprologo d’apertura, che a 1500 metri dalla fettuccia bianca ha aperto il gas piazzando un allungo irresistibile con il quale si è lasciato tutti alle spalle andando anche a vestire la Maglia Gialla di leader della classifica generale. Secondo posto per Ahmed Amine Galdoune (Delio Gallina Colosio).

“E’ stata una frazione emozionantissima,” ha commentato, soddisfatto, il Ds Renzo Boscolo. “La fuga che si è sganciata nelle fasi iniziali, di cui faceva parte anche Mattia Bais, ha animato gran parte del percorso e ha dato non poco filo da torcere anche alle squadre più titolate. Poi, esaurito questo tentativo Mattia si è superato tentando di andare nuovamente in avanscoperta con altri tre atleti e, una volta che i ranghi sono tornati compatti, Alessandro ha fatto un numero di quelli che ci aspettiamo sempre da lui, dimostrando di avere una classe immensa. Il gruppo viaggiava a velocità elevatissima ma Alessandro è stato bravissimo, interpretando alla perfezione le indicazioni che gli avevamo dato e muovendosi in maniera perfetta. E’ un ragazzo d’oro e questo risultato lo merita tutto. La dedica di tutto il team è per Matteo Fabbr o, che si è fratturato la clavicola mentre si trovava in Colombia con la Nazionale e al quale auguriamo di riprendersi al più presto! Il nostro è un gruppo giovane, ben affiatato e stiamo raccogliendo delle soddisfazioni veramente entusiasmanti!”

La trasferta polacca proseguirà con la seconda tappa, frazione regina di 106 km da Oswiecim a Jablonka, con la salita di Przelec Krowiarky; martedì, invece, il gran finale con la carovana che, da Veszprem, approderà al traguardo di congedo di Papa al termine di 146 km.

ORDINE D’ARRIVO:

1. Alessandro Pessot (Cycling Team Friuli) 3:54:01
2. Ahmed Amine Galdoune (Delio Gallina Colosio) 0:03
3. Robert Kessler (LKT Team Brandenburg)
4. Stanislaw Anilkowski (Team Hurom)
5. Silver Maoma (Estonia)
6 David Dekker (Olanda)
7 Bob Olieslagers (Metec – TKH Continental Cyclingteam p/b Mantel)
8 Bas Van der Kooij (Destil – Jo Piels Cycling Team)
9 Kamil Malecki (CCC Sprandi Polkowice)
10 Adomaitis Rojus (Lituania)

CLASSIFICA GENERALE:

1. Alessandro Pessot (Cycling Team Friuli)
2. Robert Kessler (LKT Team Brandeburg) a 7″
3. Tadej Pogacar (ROG Ljubljana) a 8″
4. Piotr Konwa (Tc Chrobry Scott Glogow) a 9″
5. Lars Van den Berg (Metec TKH) a 10″
6. Silver Maoma (Naz. Estonia) a 11″
7. Kamil Malecki (Naz. Polonia) a 12″
8. Ziga Rucigaj (ROG Ljubljana) a 13″
9. Mateusz Kazimierczak (Ks Pogon Mostostal Pulawy)

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)