L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)

PINGLIANG (CINA) – Nella decima tappa del Tour of Qinghai Lake, la più lunga della corsa cinese, la Tianhsui-Pingliang di 240 km (con due Gpm di 2^categoria a 147,6 km e a 51,3 km dal traguardo), concede il bis Marko Kump. Lo sloveno della Lampre-Merida, dopo essersi sbloccato ieri, sembra aver ritrovato finalmente lo smalto dei giorni migliori e anche oggi si è lasciato alle spalle, ma a parti invertite rispetto al giorno precedente, il kazako Yevgeniy Gidich (Vino4Ever), secondo, e il giovane italiano Nicolas Marini (Nippo Vini Fantini), terzo.  Quarto il compagno di quest’ultimo Daniele Colli che è in lizza per la maglia verde, quella a punti del Tour of Qinghai Lake.
L’ucraino Vitaliy Buts (Kolss BDC) mantiene il primato in classifica.

Il podio della decima tappa vinta ancora da Marko Kump

Il podio della decima tappa vinta ancora da Marko Kump


Nella grande battaglia che ha caratterizzato l’avvio di gara, l’italiano Federico Zurlo (Lampre-Merida) è riuscito a unirsi alla fuga principale di giornata, nata a dopo 65 km di corsa. Il giovane talento blu-fucsia-verde è andato all’attacco assieme ad altri 5 corridori (Vasylyuk, Shushemoin, McCutcheon, Suryadi e Quintero), toccando un vantaggio massimo di 6’10”, e dimostrando tutta la sua vitalità vincendo il secondo traguardo volante di giornata (ai -88 km).
Il gruppo ha intensificato l’inseguimento ai fuggitivi sull’ultima ascesa del percorso, arrivando anche a frazionarsi (Conti presente in un drappello di 8 atleti rimasto per alcuni frangenti come primo gruppetto inseguitore della fuga).
Dopo essersi ricompattato, il plotone ha proseguito l’inseguimento, completato a 12 km dal traguardo.
Zurlo, dopo aver pedalato per 163 km in fuga, ha avuto ancora energie per lanciare il compagno di squadra Kump nella volata finale, dominata proprio dal corridore sloveno.
Dodicesima vittoria stagionale per la Lampre-Merida. “Ho pedalato con buone gambe e con tanta fiducia, acquisita grazie alla vittoria di ieri e grazie alla consapevolezza di poter contare su compagni di squadra perfetti – ha spiegato KumpLa presenza di Zurlo in fuga ha consentito alla squadra di rimanere coperta in gruppo, conservando preziose energie per il finale. Conti, Cattaneo e Xu Gang mi hanno scortato per tutta la lunghissima tappa e ho potuto così arrivare alla volata con gambe ancora fresche: ero consapevole di stare bene, ho scelto di partire ai -200 metri e nessuno mi ha più superato. Sono molto soddisfatto, è una vittoria che voglio condividere con tutta la squadra: pur essendo solo in 5 corridori, riusciamo a essere efficaci in gara e a mettere in pratica le indicazioni tattiche impartite dal ds Vicino che, già per tre volte, sono risultate vincenti”.
ORDINE D’ARRIVO:
1. Marko Kump (Lampre Merida) 5h31’08”
2. Yevgeniy Gidich (Vino4Ever)
3. Nicolas Marini (Nippo Vini Fantini)
4. Daniele Colli (Nippo Vini Fantini)
5. Miguel Angel Rubiani (China Continental Team of Gansu Bank)
6. Jakub Mareczko (Wilier – Southeast)
7. Matej Mugerli (Synergy Baku Cycling Project)
8. Meron Teshomen (Tradalli – Bike Aid)
9. Vitaliy Buts (Kolss BDC Team)
10. Edwin Avila (Team Illuminate)
CLASSIFICA GENERALE:
1. Vitaliy Buts (Kolss BDC Team) 38:36:09
2. Sergiy Lagkuti (Kolss BDC) a 4″
3. Alberto Cecchin (Team Roth) a 25″
4. Matej Mugerli (Synergy Baku) a 53″
5. Yevgeniy Gidich (Vino4Ever) a 2’36”
6. Mykhaylo Kononenko (Kolss BDC) a 3’00”
7. Andriy vasylyuk (Kolss BDC) a 3’26”
8. Jahir Perez (Nigxia Sports Lottery) a 6’41”
9. Francisco Colorado (RTS Santic) a 7’00”
10. Amir Kolahdozhagh (Pishgaman Giant) a 7’08”

L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)