L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu l'ospedale di Bergamo nella lotta contro il coronavirus con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT52Z0569611100000012000X95 (Link per dettagli)
CASTEL D’AZZANO (VR) – Giove Pluvio ha fatto di tutto per rovinare la Festa dei Giovanissimi, ma ci piace pensare che, da lassù, Guido Rizzetto abbia messo una parola buona perché festa fosse. E così è stato, anche se la pioggia ha imposto agli organizzatori di dimezzare il programma. Solo i più piccoli hanno corso. Gli altri sono rimasti a guardare, a giocare, a tenersi compagnia, a fare festa, a partecipare alla divisione dei premi.
Una delle premiazioni

Una delle premiazioni (foto Remo Mosna)

Sì, perché il Gs Cadidavid di Roberta Cailotto, che ha organizzato la 34^ edizione della manifestazione, ha presto comunicato che i premi più importanti sarebbero stati estratti a sorte tra tutti gli iscritti (ben 220, e non solo tra coloro che avevano gareggiato. Così, come scritto, festa è stata.
L’estrazione dei numeri vincenti le tre bici mountain bike messe in palio da Migross, rappresentato da Marco Mion, e un calciobalilla professionale, offerto, da Globo Giocattoli, hanno creato attesa tra i giovanissimi, che hanno trascorso, pur senza pedalare, ore in letizia.
Una delle premiazioni

Una delle premiazioni (foto Remo Mosna)

Il Gs Cadidavid, inoltre, ha premiato i primi sei maschi e le prime tre femmine degli ordini d’arrivo con una coppa di ugual valore «perché – spiega Roberta Cailottoper noi, tutti hanno vinto». Le premiazioni sono state effettuate al riparo dalla pioggia grazie ai provvidenziali camion Petrucci, presenti Luca Bogoni di Banca Popolare, Giovanni Biasi della ditta Bergen, Nicoletta Cailotto di CailottoIngrosso e Filippo Arzenton di Manutec, sponsor da sempre vicini al Gs Cadidavid.
Nella classifica per società, la Luc Bovolone ha guadagnato punti sull’Ekoi Petrucci, preceduta anche dalle Officine Alberti. Guido Rizzetto, legatissimo ai giovanissimi (la manifestazione è legata al Premio a lui intitolato, quest’anno assegnato a Giovanni Rana), applaude dal cielo.
I ragazzi della Luc Bovolone

I ragazzi della Luc Bovolone (foto Remo Mosna)

G1: 1) Nicolò Scamperle (Ekoi Petrucci), 2) Filippo Melotto (Luc Bovolone), 3) Enrico Tinazzi (Off. Alberti), 4) Mattia Zaglioni (Off. Alberti), 5) Elia Colizzi (Luc), 6) Andrea Biondani (Barlottini). Femmine: 1) Matilde Pretto (Off. Alberti), 2) Aurora Nadali (Luc).
G2: 1) Matteo Sanavia (Luc Bovolone), 2) Thomas Dalla Bona (FDB Cologna V.), 3) Tommaso Ceraso (Luc), 4) Edoardo Riccadonna (Barlottini), 5) Enrico Brombini (Ekoi Petrucci), 6) Matteo Bertoncelli (Barlottini). Femmine: 1) Maria Acuti (Luc Bovolone), 2) Lucia Scapini (Luc), 3) Lucia Marchetto (Hawaiki Roncà).
G3: 1) Alex Giuzio (Pedale Scaligero), 2) Edoardo Ospizio (Cage Capes Silvana), 3) Francesco Tessari (Off. Alberti), 4) Thomas Melotto (Luc), 5) Andrea Nappo (Gaiga Campi), 6) Damiano Melegatti (Pedale Scaligero). Femmine: 1) Giada Fornasiero (Pedale Scaligero), 2) Jessica Burzo (Luc), 3) Sara Segala (Luc), 4) Melissa Burzo (Luc).
Società: 1) Luc Bovolone p. 25, 2) Off. Alberti 8, 3) Ekoi Petrucci 6.
(Servizio a cura di Renzo Puliero)
L'emergenza non è finita. Aiuta anche tu il comune di Nembro (uno dei paesi più colpiti dal coronavirus) con una donazione.
Un piccolo gesto che fa una grande differenza IBAN IT31D0569653070000020001X01 (Link per dettagli)