INABE (GIAPPONE) – La quarta tappa del Tour of Japan, 130,7 km sviluppatisi tra i 9,1 km di un tratto in linea e 8 giri di un circuito di 15,2 km, si è conclusa a Inabe non con l’epilogo più atteso, ovvero una volata, ma ha premiato il coraggio dei fuggitivi di giornata, la coppia di iraniani formata da Mohammad Rajablou (Pishgamn Giant), primo, e Mehdi Sohrabi (Tabriz Shahrdari), secondo.
I due Gpm del percorso, posti dopo 25 km e 71 km di gara, erano poco impegnativi ma sono serviti comunque a movimentare la trama della gara: dopo pochi chilometri dal via, due atleti (gli iraniani Rajablou e Sohrabi) hanno attaccato, trovando poi terreno fertile per incrementare il proprio vantaggio sul gruppo fino a 7’42”.
In gruppo le squadre dei velocisti hanno provato a inseguire la coppia di testa, limando il vantaggio dei battistrada fino ai 2’05” all’ingresso dell’ultimo giro del circuito, momento nel quale sono partiti al contrattacco Jaramillo, De Negri, Pujol e Nakane.
I due gruppetti non si sono riuniti, così Rajaboul ha potuto conquistare il successo di tappa, mentre il gruppo principale, giunto sul traguardo con 51″ di ritardo dal vincitore e a soli 2″ da Jaramillo, è stato regolato da Davide Cimolai della Lampre-Merida (7° nell’ordine d’arrivo). Al quarto posto si è piazzato Pier Paolo De Negri (Nippo Vini Fantini).
Il nuovo leader della corsa è l’iraniano Sohrabi.
ORDINE D’ARRIVO:
1. Mohammad Rajablou (Pishgamn Giant) 3h23’25”
2. Mehdi Sohrabi (Tabriz Shahrdari)
3. Daniel Jaramillo (Unitedhealthcare) a 49″
4. Pier Paolo De Negri (Nippo Vini Fantini)
5. Oscar Pujol (Team UKYO)
6. Hideto Nakane (Aisan Racing Team)
7. Davide Cimolai (Lampre Merida)
8. Robbie Hucker (Avanti IsoWhey)
9. Kazushige Kuboki (Nippo Vini Fantini)
10. Thomas Lebas (Bridgestone Anchor)
CLASSIFICA GENERALE:
1. Mehdi Sohrabi (Tabriz Shahrdari)
2. Anthony Giacoppo (Avanti IsoWhey) a 40″
3. Pier Paolo De Negri (Nippo Vini Fantini) a 45″
4. Kazushige Kuboki (Nippo Vini Fantini) a 50″
5. Daniel Jaramillo (Unitedhealthcare) a 51″
6. Nariyuki Masuda (Utsunomiya Blitzen) a 52″
7. Robbie Hucker (Avanti IsoWhey) a 54″
8. Oscar Pujol (Team UKYO)
9. Arvin Moazemi (Pishgaman Giant Team) a 55″
10. Cameron Bayly (Attaque Team Gusto)