SAN DANIELE DEL FRIULI (UD) – Un arrivo solitario, in autentica parata, tra gli applausi del folto pubblico di San Daniele del Friuli: questo l’epilogo della spettacolare ed entusiasmante 79/a Coppa Città di San Daniele, ottimamente allestita dagli uomini dell’Uc Sandanielesi, che ha premiato il 23enne bergamasco Fausto Masnada (Team Colpack).

Il podio della Coppa Città di San Daniele 2016

Il podio della Coppa Città di San Daniele 2016 (foto Scanferla)

Una prova coraggiosa, quella che è valsa un successo di assoluto prestigio per il ragazzo in maglia bianco-nera che nella prossima stagione approderà al professionismo con la casacca della Androni Sidermec; Masnada, infatti, figurava già tra i 15 attaccanti che hanno preso il largo dopo appena 25 chilometri di gara. Ad allungare insieme a lui, dal gruppo dei 98 atleti che si erano presentati al via, sono stati: Branchini e Covili (Palazzago), Lizde, Zaccanti e Bettinelli (Colpack), Rocchi e Conci (Zalf), Fabbro e Barker (Cycling Team Friuli), Gnan e Maguolo (Bibanese), Brovelli (Gragnano), Filippone (F. Magni) e Lazzaro (F. Coppi Gazzera Videa).

Il vantaggio di questi attaccanti della prima ora non ha mai superato i due minuti e mezzo, con il gruppo alle loro spalle attento a tenerli sempre sotto controllo ma, allo stesso tempo, incapace di chiudere lo strappo prima di andare ad affrontare la doppia scalata al Monte di Ragogna; sulle rampe che conducevano al primo GPM di giornata è stato proprio Masnada, ben protetto sino a quel momento dai compagni di squadra, ad imporre il forcing che ha ridotto ad appena tre unità la testa della corsa. Gli unici a resistere sulla sua ruota sono stati il friulano di Codroipo Matteo Fabbro (Cycling Team Friuli) e il fido compagno di squadra Filippo Zaccanti (Colpack), con le prime avvisaglie del gruppo inseguitore che hanno scollinato con 58″ di ritardo.

I campioni al via della 79/a Coppa Citta di San Daniele

I campioni al via della 79/a Coppa Citta di San Daniele (foto Scanferla)

Nel corso della seconda scalata al Monte di Ragogna, Masnada è stato bravo a vincere la resistenza di Fabbro e ad involarsi tutto solo verso il traguardo di San Daniele del Friuli: impredibile per tutti anche per i contrattaccanti che nel frattempo hanno recuperato Fabbro e Zaccanti andando a formare un drappello di sette unità comprendente anche Garosio (Colpack), Riabushenko (Palazzago), Delle Foglie (Gragnano), Raileanu (Bibanese) e Vendrame (Zalf).

Il finale in parata ha permesso a Masnada di congedarsi in grande stile dal mondo dei dilettanti mentre lo sprint per le piazze d’onore ha sorriso al campione moldavo Cristian Raileanu (Bibanese) che ha preceduto sulla linea del traguardo il campione europeo Aleksandr Riabushenko (Palazzago).

il gruppo dei fuggitivi

il gruppo dei fuggitivi (foto Scanferla)

LE VOCI DOPO IL TRAGUARDO – Entusiasta della piena riuscita della competizione, il presidente dell’Uc Sandanielesi, Alfonso Fanzutti ha concluso a fine giornata: “Anche la prova di oggi ci ha regalato uno spettacolo davvero eccezionale e la risposta del pubblico è stata straordinaria. Voglio ringraziare gli atleti per aver dato il massimo su questo tracciato e tutte le istituzioni, gli sponsor, gli amici e i collaboratori che ci hanno permesso di confezionare un’altra edizione all’altezza del blasone e della storia della Coppa Città di San Daniele. Non ci resta che guardare avanti, lo facciamo con entusiasmo e diamo appuntamento a tutti al 2017”.

Soddisfatto del quarto successo stagionale Fausto Masnada: “Ci tenevo a fare bene in questa corsa ma sapevo che sarebbe stato difficile controllarla; per questo siamo andati in fuga da subito e abbiamo cercato di gestire la situazione come avevamo programmato. I miei compagni di squadra sono stati straordinari, in salita sapevo di stare bene e quando ho visto che ero rimasto da solo ho tirato diritto sin sull’arrivo”.

Sorriso sulle labbra anche per il campione moldavo Cristian Raileanu: “Abbiamo recuperato tutti ma Masnada è stato imprendibile. Purtroppo quei 50″ di ritardo che avevamo all’inizio della prima salita li abbiamo mantenuti sin sul traguardo. E’ un peccato perchè oggi stavo veramente bene e anche in uno sprint a ranghi ristretti ho dimostrato che avrei potuto dire la mia”.

Già concentrato sull’appuntamento con i prossimi campionati del mondo, Aleksandr Riabushenko: “La condizione è ottima e anche il risultato di oggi lo conferma. I miei compagni di squadra sono stati bravi a inserirsi nella fuga così ci hanno permesso di rimanere al coperto per tutta la prima parte di gara; io ho corso in prospettiva della settimana iridata. Nonostante il percorso del mondiale sia pianeggiante sono pronto a fare del mio meglio per lasciare il segno anche a Doha”.

La vittoria di Fausto Masnada a San Daniele del Friuli

La vittoria di Fausto Masnada a San Daniele del Friuli (foto Scanferla)

ORDINE D’ARRIVO:

1. Fausto Masnada (Team Colpack) km 138,7 in 3h21’00” media 41,403 km/h
2. Cristian Raileanu (Bibanese Gaiaplast) a 1’00”
3. Aleksandr Riabushenko (Team Soligo Amarù Palazzago)
4. Andrea Vendrame (Zalf Euromobil Désirée Fior)
5. Filippo Zaccanti (Team Colpack)
6. Andrea Garosio (Team Colpack) a 1’02”
7. Matteo Fabbro (Cycling Team Friuli) a 1’12”
8. Michael Delle Foglie (Gragnano Sporting Club) a 1’18”
9. Maxim Rusnac (Gragnano Sporting Club) a 1’40”
10. Umberto Orsini (Team Colpack) a 1’42”