CENE (BG) – Nel piano delle opere pubbliche approvato recentemente dall’Amministrazione Comunale di Cene, nell’area attualmente occupata dal Ciclodromo è prevista la realizzazione di una nuova struttura polifunzionale e la conseguente eliminazione del Ciclodromo stesso.

Il Ciclodromo di Cene è stato realizzato nel 2002 grazie ad un finanziamento erogato al Comune di Cene, da parte del C.O.N.I. (Credito Sportivo), con alcuni vincoli che sono in fase di verifica.

Attualmente l’area consente ad oltre 70 bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni di poter iniziare in maniera totalmente sicura lo sport del ciclismo e di allenarsi per tre giorni alla settimana in un ambiente protetto dai pericoli del traffico.

Anche gli atleti dello sci di fondo, durante la preparazione, utilizzano la pista per gli allenamenti estivi.

Un’isola felice che corre il serio rischio di vedere scrivere la parola fine, per una struttura che rimane ancora oggi un fiore all’occhiello a livello nazionale.

In quasi 15 anni sono più di 100 le gare ciclistiche organizzate all’interno del Ciclodromo di Cene, oltre 700 i bambini avviati al ciclismo in una struttura che ancora oggi è assolutamente viva e ricca di iniziative.

I Presidenti di 45 società ciclistiche della provincia di Bergamo hanno raccolto le proprie firme per sensibilizzare i vertici dello sport nazionale e per rendere noto all’opinione pubblica che di fronte al bene ed alla sicurezza dei bambini ciclisti, l’Amministrazione del Comune di Cene vuole scegliere una strada decisamente diversa.

L’auspicio è quello che venga salvaguardata la struttura anche per il fine sportivo e sociale che essa ha svolto e continua a svolgere per tanti giovani atleti.