VERTOVA (BG) – Lo svizzero Marc Hirschi ha vinto il 46° Trofeo Emilio Paganessi, seconda e ultima prova della 2 Giorni Ciclistica Internazionale Juniores di Vertova. Splendida azione solitaria del fresco 18enne elvetico che vive nei pressi di Berna, già campione del mondo su pista della Madison in carica, scappato da un gruppetto in vista dell’ultimo Gpm di Casnigo e poi capace di incrementare il proprio vantaggio e presentarsi tutto solo sul traguardo di Vertova. Secondo posto per Filippo Zana della Contri Autozai TTNK Sport, che invano ha provato l’inseguimento, terzo il compagno di quest’ultimo Alberto Zanoni. Hirschi ha vinto anche la classifica combinata a punti finale della 2 Giorni di Vertova.

Filippo Zana si congratula per la vittoria con lo svizzero Marc Hirschi

Filippo Zana si congratula per la vittoria con lo svizzero Marc Hirschi (foto Rodella)

Al via della manifestazione organizzata dall’Uc San Marco Vertova del presidente Alberto Magni si schierano 186 concorrenti in rappresenta del meglio che il ciclismo mondiale della categoria Juniores può offrire. Presenti 40 formazioni di cui 19 straniere e tra queste 5 Nazionali e poi le migliori squadre italiane. A tal proposito spettatore attento in carovana oggi è anche il CT azzurro Rino De Candido. Tre i campioni del mondo alla partenza: quello su strada, l’austriaco Felix Gall; e poi tre svizzeri su pista: Stefan Bissegger iridato dell’Inseguimento individuale e detentore del nuovo record del mondo di specialità e i connazionali Marc Hirschi e Reto Müller campioni del mondo della Madison.

Lo svizzero Mark Hirschi felice per la vittoria al Trofeo Paganessi

Lo svizzero Mark Hirschi felice per la vittoria al Trofeo Paganessi

Prima del via anche oggi viene osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del terremoto nel Centro Italia. Poi si accendono le polveri. Già sul primo Gpm di giornata, quello di Fino del Monte, si avvantaggiano dei corridori con il danese Jakob Egholm (Team Børkop Cykler) primo a scollinare. Sono in quattordici al comando. Col danese ci sono anche Niklas Markl (Germania), Stefan Bissegger e Reto Müller (Nazionale Svizzera), Vince Milliau (Isorex), il vincitore della prova di ieri Jerman Ziga (Slovenia), Mikkel Bjerg (Team Børkop Cykler), Andrea Cervellera (Biringhello), Andrea Barbierato (GB Junior Team), Luca Mozzato (Contri), Andrea Scalvinoni (Team Giorgi), Daniele Marchina (Team LVF), Samuele Rivi e Samuele Zambelli (Ausonia Pescantina).

La vittoria dello svizzero Marc Hirschi al Trofeo Paganessi 2016

La vittoria dello svizzero Marc Hirschi al Trofeo Paganessi 2016

Al primo passaggio sotto il traguardo di Vertova allunga solo al comando il tedesco Markl che resiste davanti e scollina davanti al primo Gpm di Casnigo. Nel corso del secondo giro perde contatto il fiammingo Milliau e restano in 13 a comandare la corsa i quali avevano iniziato la terza tornata con 1’19” di vantaggio sul gruppo. Particolarmente attivo l’elvetico Müller che scollina per primo sia al secondo che al terzo passaggio Gpm, ipotecando la maglia verde. Nel corso della terza tornata escono dal gruppo e si pongono all’inseguimento dei battistrada Andrea Bagioli (Canturino) e Marc Hirschi (Svizzera). Con questi due arrivano anche altri corridori e le carte si rimescolano in discesa tanto che all’inizio del quarto giro al comando troviamo un gruppo forte di 22 unità e alle loro spalle il plotone è letteralmente esploso.

Il podio del Trofeo Emilio Paganessi 2016

Il podio del Trofeo Emilio Paganessi 2016 (foto Rodella)

Filippo Zana scollina per primo al quarto Gpm di Casnigo, davanti allo sloveno Tadej Pogacar e allo svizzero Marc Hirschi, con questi tre ci sono anche Andrea Bagioli, Giacomo Ballabio (Energy Team), Davide Baldaccini (Team LVF), Anthon Charmig (Team Børkop Cykler), Nicolò Garibbo (Biringhello) ed Alberto Zanoni (Contri), i quali vanno a formare il nuovo gruppetto al comando di 9 unità. Prima del suono della campana rientrano altri corridori e sotto il traguardo transitano in 14 davanti a condurre la corsa. In prossimità dell’ultimo Gpm di Casnigo scatto secco di Hirschi che scollina per primo con 10” su Zana e Charmig, a 20” gli altri undici tutti sfilati. Zana prova a recuperare, ma l’azione di Hirschi è poderosa e senza cedimenti, anzi incrementando il proprio vantaggi, taglia solo il traguardo lanciando un segnale forte a tutti gli altri suoi avversari anche in vista del prossimo Gp Ruebliland e dei Campionati Europei in Francia.

Tutte le maglie finali della 2 Giorni Internazionale di Vertova

Tutte le maglie finali della 2 Giorni Internazionale di Vertova

ORDINE D’ARRIVO:
Iscritti: 187   Partiti: 184   Arrivati: 57

1. Marc Hirschi (Nazionale Svizzera) km 134 in 3h16’58” media: 40,819 km/h
2. Filippo Zana (Contri Autozai TTNK Sport) a 38”
3. Alberto Zanoni (Contri Autozai TTNK Sport) a 1’02”
4. Anthon Charmig (Team Borkop Cykler) a 1’04”
5. Alexander Konychev (Ausonia CSI Pescantina) a 1’12”
6. Ruben Apers (Isorex Cycling Team)
7. Tadej Pogacar (Nazionale Slovenia)
8. Davide Baldaccini (Team LVF)
9. Giacomo Ballabio (Energy Team)
10. Reto Müller (Nazionale Svizzera) a 1’22”

Maglia Ciclamino “Gran Combinata Comune di Vertova”: Marc Hirschi (Swi, Nazionale Svizzera)
Maglia Verde “ADAMTEX s.p.a.” Gran Premio della Montagna: Reto Müller (Swi, Nazionale Svizzera)
Maglia Rossa “Enoteca Marchesi” Traguardi Volanti: Stefan Bissegger(Swi, Nazionale Svizzera)
Maglia Bianca “Tel-Car” Classifica Giovani: Filippo Zana (Ita, Contri Autozai TTNK Sport)

(Servizio a cura di Giorgio Torre)