SACILE (PN) – Sabato 2 dicembre presso Villa Brandolini d’Adda a Sacile, in provincia di Pordenone, alla presenza delle autorità comunali, dei vertici della Federazione Ciclistica Italiana e del Coni del Friuli-Venezia Giulia, si è svolta la cena di fine stagione della Società Ciclistica Sacilese. È stata una serata di Gran Gala che ha visto la compagine festeggiare i suoi  primi 70 anni di attività.

Correva l’anno 1947, subito dopo la Grande Guerra, quando un gruppo di appassionati decise di costituire la Società Ciclistica Sacilese utilizzando come colori sociali il bianco ed il rosso. La prima assemblea si svolse il 3 gennaio del 1948 al Bar Amerikan dove fu eletto presidente Umberto Bellavitis.

Il gruppo degli Allievi della Sc Sacilese

Il gruppo degli Allievi della Sc Sacilese

Il primo tesserato fu un giovanotto di Sacile: Mario Poletto, oggi 85enne e primo tifoso della ciclistica sacilese sempre presente agli eventi ufficiali organizzati dalla società. Da rilevare che con “La Ciclistica”, come è conosciuta in paese, hanno corso tanti grandi atleti e tra loro Denis Zanette e Daniele Pontoni.

Il gruppo dei Giovanissimi della Sc Sacilese

Il gruppo dei Giovanissimi della Sc Sacilese

La società friulana è capitanata da Stefano Liani coadiuvato dai vice Martina Ros e Dino Filipet. Il sodalizio ha così concluso un’altra stagione da incorniciare contraddistinta da 68 vittorie tra strada e pista.

Le soddisfazioni maggiori sono arrivate dalle due categorie intermedie: ovvero esordienti ed allievi che oltre ad aver fatto incetta di vittorie su strada e pista hanno aggiunto in bacheca anche titoli provinciali e regionali. Dopo qualche anno sabbatico la Sacilese ha riproposto la categoria Juniores che, malgrado non si sia dimostrata competitiva, è stata ben affiatata.

Il gruppo degli Esordienti della Sc Sacilese

Il gruppo degli Esordienti della Sc Sacilese

Dulcis in fundo la vittoria più bella per tutto il team friulano è stato il pieno recupero dell’allievo Davide Buriola che, caduto rovinosamente nella corsa inaugurale di Revine, aveva lasciato tutti con il fiato sospeso. Trasportato all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso con l’elisoccorso, dopo alcune settimane in osservazione e diversi interventi maxillofacciali, è ritornato con caparbietà a gareggiare a metà stagione.

Il gruppo degli Juniores della Sc Sacilese

Il gruppo degli Juniores della Sc Sacilese

Durante la serata sono stati ricordati anche i soci che negli ultimi anni sono venuti a mancare prematuramente: è stata commemorata la figura di Benedetto Cescon, prima direttore sportivo e poi presidente del club biancorosso, Giovanni Scandalo e Roberto Canal.

Per il 2018 ci sono novità importati che, però, saranno svelate durante la presentazione delle squadre in programma il prossimo febbraio.

(Servizio a cura di Francesco Coppola)